Let it be – Gotthard

Let it be (Lascia che sia) è la traccia numero cinque del terzo album degli svizzeri Gotthard, intitolato G. pubblicato il 14 ottobre del 1996.

Formazione Gotthard (1996)

  • Steve Lee – voce
  • Leo Leoni – chitarra
  • Mandy Meyer – chitarra
  • Marc Lynn – basso
  • Hena Habegger – batteria

Traduzione Let it be – Gotthard

Testo tradotto di Let it be (Lee, Leoni, von Rohr) dei Gotthard [BMG]

Let it be

Don’t know who’s to blame
Don’t know who was wrong
Love has died too soon
After all had just begun
Something in your eyes
Tells me you still care
Oh baby I swear

Deep inside my heart
Deep inside my soul
Something tells me
no I can’t let you go
Saw it in your eyes
Last time when we met
I will never forget

How can you say
Our love is gonna last forever
How can you go
With this empty broken heart
Of mine

Let it be, let it be
Love’s like a gun on me
Let it be, let it be
Like a bag of broken glass
I was killed in the name of love

You never see it comin’
Doesn’t tell you when it goes
Think it’s gettin’ near
Suddenly it’s gone
Dirty little game
Don’t even know your name
You just wouldn’t say

Did you ever worried
Askin’ maybe please
Knew you couldn’t take it
I would get on my knees
Searching for way out
But there ain’t no doubt
It’s like goin’ blind

… get down on my knees for you

How can you say
You love me but it’s better
This way
If you don’t need it anymore
I’m drowning down like
Never before

Lascia che sia

Non so di chi è la copa
Non so chi aveva sbagliato
L’amore è morto troppo presto
Dopo tutto era appena iniziato
Qualcosa nei tuoi occhi
Mi dice che ti preoccupi ancora
Oh piccola ti giuro

Nel profondo del mio cuore
Nel profondo della mia anima
Qualcosa mi dice
no, non posso lasciarti andare
L’ho visto nei tuoi occhi
La scorsa volta quando ci siamo incontrati
Non lo dimenticherò mai

Come puoi dire
Che il nostro amore durerà per sempre
Come puoi andartene
Con questo cuore vuoto e spezzato
Il mio

Lascia che sia, lascia che sia
L’amore è come un fucile su di me
Lascia che sia, lascia che sia
Come un sacchetto di vetri rotti
Sono stato ucciso in nome dell’amore

Non lo vedi mai arrivare
Non ti dice quando se ne va
Penso si stia avvicinando
All’improvviso se ne è andato
Piccolo sporco gioco
Non so nemmeno il tuo nome
Tu non me lo vorresti dire

Ti sei mai preoccupata
Di chiedere forse per favore
Sapevo che non potevi sopportarlo
Avrei voluto inginocchiarmi
Cercando una via d’uscita
Ma non c’è alcun dubbio
È come diventare ciechi

…mi metto in ginocchio per te

Come puoi dire
Che tu mi ami, ma è meglio
In questo modo
Se non ne hai più bisogno
Sto affondando come
Mai prima d’ora

Tags: - 1.055 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .