Lies – King Diamond

Lies (Bugie) è la traccia numero tre del quarto album di King Diamond, Conspiracy, pubblicato il 21 agosto del 1989.

Formazione (1989)

  • King Diamond – voce
  • Andy LaRocque – chitarra
  • Pete Blakk – chitarra
  • Hal Patino – basso

Traduzione Lies – King Diamond

Testo tradotto di Lies (Diamond) di King Diamond [Roadrunner]

Lies

Yesterday I spent an hour
A full hour in therapy
My favourite Doctor Landau
My God I hate his breath

He asked me questions
That kind of fool deserves a lie
I gave him answers
The kind of answers Doctor like
Yes, I gave him a bunch of lies

I told him all my nightmares
Were dead and gone
“These days I sleep like a baby
and there never ever was a “THEM”

He asked me questions
That kind of fool deserves a lie
I gave him answers
The kind of answers Doctors like

The Doctor looked at my eyes
Landau: “No trace of insanity
maybe the time is right now
to have a visit from the family
I’m thinking of your mother
what does my little patient say?”

I should have taken his stethoscope
and then forced it down his throat
My mother was at stake
So I behaved

That night I cleaned the entire house
For everything but the memories
No dust, no tea, ah stupid me
I even took the axe away
The sun is up and it’s time for bed
I’m so tired
I can’t wait no more

Bugie

Ieri ho passato un’ora
Una completa ora in terapia
Il mio preferito, il dottor Landau
Mio Dio, odio il suo respiro

Mi ha fatto delle domande
questo stupido merita una bugia
Gli ho dato delle risposte
Il tipo di risposte che al Dottore piacciono
Si, gli ho dato un mucchio di bugie

Gli ho raccontato che tutti i miei incubi
era morti e sepolti
“In questi giorni ho dormito come un bambino
e non c’è mai stato un “LORO”

Mi ha fatto delle domande
questo imbecille merita una bugia
Gli ho dato delle risposte
Il tipo di risposte che al Dottore piacciono

Il Dottore mi guardò negli occhi
Landau: “Nessuna traccia di follia
forse è arrivato il momento
di avere una visita dalla famiglia
Sto pensando a tua madre
Cosa dice il mio piccolo paziente?”

Avrei dovuto prendere il suo stetoscopio
e ficcarglielo giù per la gola
Mi madre era in ballo
quindi mi sono comportato bene

Quella notte ho pulito tutta la casa
di ogni cosa tranne i ricordi
Niente polvere, niente tè, ah stupido me
ho anche portato via l’ascia
Il sole è alto ed è il momento di andare a letto
Sono così stanco
Non posso più aspettare

Tags: - 67 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .