Living through me (Hells’ wrath) – Pantera

Living through me (Hells’ wrath) (Vive attraverso me l’ra dell’inferno) è la traccia numero otto dall’ottavo album dei Pantera, The Great Southern Trendkill, pubblicato il 22 maggio del 1996.

Formazione Pantera (1996)

  • Phil Anselmo – voce
  • Dimebag Darrell – chitarra
  • Rex Brown – basso
  • Vincent Paul Abbott – batteria

Traduzione Living through me (Hells’ wrath) – Pantera

Testo tradotto di Living through me (Hells’ wrath) (Anselmo, Darrell, Brown, Abbott) degli Pantera [East West]

Living through me (Hells’ wrath)

I cannot take the take,
your condition was nod awake
A selfish cryer, boldface liar,
robbing all of what you could take in

Stabbed towards a death,
a dirty smelling girl
Shit decisions, no provisions,
filling veins with juice of chaos

Painted face, olive drab,
swollen hole, empty bag,
sunken eyes, whining dog,
it’s times like this
you should pray for never

I broke your fucking mold
then threw away the cast,
new religion and new provisions,
it’s amazing you’re alive

Drop the needle and stop
what you’re changing into
Erase the end dissolving,
disgrace is needed more

So I mended severed ties,
through flesh we cauterized
the undeserving, sliming, writhing,
I filled you up with watered promise

Spitting teeth, oral lust,
alley fuck,
angel dust, anal whore,
bleeding knees,
it’s times like this
to pray for murder
So now I’ve seen it all,
Hells’ wrath,
no man has greater glory,
cause now you’re living through me

So I’m done with saving you,
a gift unto myself,
a tired savior, a wasted favor,
and I’m lucky I’m alive

 

Vive attraverso me (l’ra dell’inferno)

Non posso accettare la presa
la tua condizione era accennata sveglia
un frignone volontario, bugiardo faccia di bronzo,
rubi tutto quello che riesci a prendere

Colpito a morte
una sporca ragazza che puzza,
decisione di merda, nessuna previsione,
riempiendo le vene con succo del caos

Faccia dipinta, verde oliva
buco gonfiato, borsa vuota
occhi affossati, cane lamentoso
è in momenti come questi
che dovresti pregare per niente

Ho rotto il tuo fottuto stampo
poi ho gettato via la forma
nuova religione e nuova provvisione,
è incredibile che sei vivo.

Lascia cadere l’ago e ferma
ciò che stavi diventando
cancella la fine che svanisce
la disgrazia è maggiormente necessaria

Così ho riparato diversi legami,
attraverso la carne gli abbiamo cauterizzati
l’immeritevole, il magro, contorcendosi,
ti ho riempito con promesse annacquate

Sputando denti, lussuria orale,
sveltina nel vicolo
polvere d’angelo, puttana anale,
ginocchia sanguinanti,
sono in tempi come questi
che bisogna pregare per l’omicida
Ora ho visto tutto
L’ra dell’inferno,
nessun uomo ha maggiore gloria,
poichè adesso stai vivendo attraverso di me.

Così sono fatto salvandoti,
un regalo per me stesso,
uno stanco salvatore, un favore disperso,
e sono fortunato di essere vivo.

Tags: - 539 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .