Manipulation – Fear Factory

Manipulation (Manipolazione) è la diciasettesima e ultima traccia dell’album di debutto dei Fear Factory, Soul of a New Machine, pubblicato il 25 agosto del 1992. La traccia finale dell’album descrive il mutamento del protagonista che, da macchina assemblata per servire gli umani, si ribella a quest’ultimi, giurandone vendetta dopo tutti i soprusi cui è stata costretta a subire e dopo aver visto tutta la malvagità dell’uomo. Il cyborg protagonista sarà il padre di quella stirpe di macchine che sottometteranno gli uomini e cercheranno di distruggerli nei due album successivi della band, cioè Demanufacture e Obsolete.

Formazione Fear Factory (1992)

  • Burton C. Bell – voce
  • Dino Cazares – chitarra, basso
  • Raymond Herrera – batteria

Traduzione Manipulation – Fear Factory

Testo tradotto di Manipulation (Bell, Cazares, Herrera) dei Fear Factory [Roadrunner]

Manipulation

Your conniving words
Are childishly insane
To get what you want
You’ll say anything
In your mind
You lust to control me
You lust for control

Mold me, fold me
Mold me, fold me

My pain is your pleasure
My agony excites you
Desperate for a change
But change comes within
I’m not staying, not around you
I’m stronger than you think
Much stronger than you

Mold me, fold me
Mold me, fold me

Molding and folding
Lusting for control

Molding and folding
Lusting for control

Molding, folding
Lusting for control

Longing to control
Those without esteem
Ignorant pawns of your pathetic dreams

Longing to control
Those without esteem
Ignorant pawns of your pathetic dreams

Molding and folding
Lusting for control

Hatred is a tool
thoughtlessly you use
Ruin an only friend
With misleading rules
Contain your own rage
Give yourself praise
‘Cause you have no shame
With your callous game

Mold me, fold me
Mold me, fold me

Manipolazione

Le vostre subdole parole
Sono solo un malato gioco per ragazzi
Per ottenere ciò che desiderate
Voi non direte niente
Nella vostra mente
Voi bramate di controllarmi
Voi bramate il controllo

Plasmatemi, ripiegatemi
Plasmatemi, ripiegatemi

Il mio dolore è la vostra libidine
La mia agonia vi eccita
Angosciato per un mutamento
Ma il mutamento avviene nell’Io
Non me ne sto fermo, non intorno a voi
Sono forte più di quanto pensiate
Molto più forte di voi

Plasmatemi, ripiegatemi
Plasmatemi, ripiegatemi

Plasmandomi e ripiegandomi
Bramando il controllo

Plasmandomi e ripiegandomi
Bramando il controllo

Plasmandomi, ripiegandomi
Bramando il controllo

Assaporando l’idea di controllare
Costoro senza alcuna considerazione
Ignoranti pedine dei vostri patetici sogni

Assaporando l’idea di controllare
Costoro senza alcuna considerazione
Ignoranti pedine dei vostri patetici sogni

Plasmandomi e ripiegandomi
Bramando il controllo

L’odio è uno strumento
che voi utilizzate inconsciamente
Danneggiate un solo amico
Con fuorvianti leggi
Contenete la vostra stessa ira
Elogiate voi stessi
Perché non siete soggetti ad alcun biasimo
Con i vostri giochetti incalliti

Plasmatemi, ripiegatemi
Plasmatemi, ripiegatemi

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags: - 57 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .