March of fools – Elvenking

March of fools (La marcia degli stolti) è la traccia numero cinque del terzo album degli Elvenking, The Winter Wake, pubblicato il 27 gennaio del 2006.

Formazione Elvenking (2006)

  • Damnagoras – voce
  • Aydan – chitarra
  • Gorlan – basso
  • Zender – batteria
  • Elyghen – violino, tastiere

Traduzione March of fools – Elvenking

Testo tradotto di March of fools (Aydan) degli Elvenking [AFM]

March of fools

I look around myself
I’m feeling like a stranger to this world
Where are the friends
once I got (as) I used to know?
No trace of common sense
A dash of a normal sanity
I wonder: “Are they all mad? … Or is it me?”

Thousands years have passed
And nothing’s gonna change
Marching the plains
as loud as hell they’re coming
Drawn up in lines, proud their eyes
The army of the fools
Ruling the thrones, it conquered and won

I’m getting older
Maybe I don’t recognize, I’m yet too old
For all this mind-blowing fair of insanity
When I was a kid I promised to myself
I’d never grow up
But now wiser a bit I can see!

Thousands years have passed
And nothing’s gonna change
Marching the plains
as loud as hell they’re coming
Drawn up in lines, proud their eyes
The army of the fools
Ruling the thrones, it conquered and won

Follow me, don’t promise to be
What you never had thought
you´d have wanted to be
Tell me I’m wrong but I follow myself
And the dreams that I’ve lived since I was born

Thousands years have passed
And nothing’s gonna change
Marching the plains
as loud as hell they’re coming
Drawn up in lines, proud their eyes
The army of the fools
Ruling the thrones, it conquered and won

And the march goes on

La marcia degli stolti

Mi guardo attorno
Mi sento come uno straniero in questo mondo
Dove sono gli amici
che una volta avevo e (come) solevo credere?
Nessuna traccia di buonsenso
Un po’ di normale sanità mentale
Mi chiedo: “Sono tutti matti? … O sono io?”

Migliaia di anni sono passati
E niente cambierà
Marciando sulle pianure,
dannatamente ruomorosi, stanno arrivando
Schierati in linee, orgogliosi i loro occhi
L’armata degli stolti
Governando i troni, che ha conquistato e vinto

Sto invecchiando
Forse non lo riconosco, sono già troppo vecchio
Per questa caotica fiera di follia
Quand’ero bambino mi ero ripromesso
che non sarei mai cresciuto
Ma adesso, un po’ più saggio, posso vedere!

Migliaia di anni sono passati
E niente cambierà
Marciando sulle pianure,
dannatamente ruomorosi, stanno arrivando
Schierati in linee, orgogliosi i loro occhi
L’armata degli stolti
Governando i troni, che ha conquistato e vinto

Seguimi, non promettere di essere
Ciò che non avevi mai pensato
di aver voluto essere
Dimmi pure che sbaglio, ma io seguo me stesso
E i sogni che ho vissuto da quando sono nato

Migliaia di anni sono passati
E niente cambierà
Marciando sulle pianure,
dannatamente ruomorosi, stanno arrivando
Schierati in linee, orgogliosi i loro occhi
L’armata degli stolti
Governando i troni, che ha conquistato e vinto

E la marcia prosegue

* traduzione inviata da Music-Freak11

Tags: - 134 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .