Metal Icarus – Angra

Metal Icarus (Icaro di metallo) è la traccia numero quattro del terzo album degli Angra, Fireworks, pubblicato il 14 luglio del 1998.

Formazione Angra (1998)

  • André Matos – voce
  • Kiko Loureiro – chitarra
  • Rafael Bittencourt – chitarra
  • Luis Mariutti – basso
  • Ricardo Confessori – batteria

Traduzione Metal Icarus – Angra

Testo tradotto di Metal Icarus (Bittencourt, Loureiro, Confessori) degli Angra [SPV]

Metal Icarus

You live in a world that is just
Way too strange to conceive
Angels dressed in black
Most of the people who seem to be
Lost in the dark
Are they all too real?

Always a good time, never lonely
Suddenly realized the blood
red tears from my eyes
There was nothing much
I could do
But watch you die

Time after time
Burnt your wings on the sun
Metal Icarus

First time I met you I wanted
To be by your side
And let my hair grow long
Those days are gone
But I still fly by night
Bringing life to the dead

Even through times
when I felt lonely
Suddenly realized the blood
red tears from my eyes
There was nothing much
I could do
But watch you die

Time after time
Burnt your wings on the sun
Metal Icarus
Night after night
Upon forces unknown
Metal Icarus

Ah! Those were the years
I can still feel the windy heights
Against my skin
And if I close my eyes
I’m flying over hills!

Icaro di metallo

Tu vivi in un mondo che è davvero
troppo strano da concepire
Angeli vestiti di nero
La maggior parte della gente che sembra essere
persa nel buio
Sono fin troppo reali?

Sempre un buon momento, mai solo
Improvvisamente ti rendi conto delle
lacrime rosso sangue dai tuoi occhi
Non c’era più molto
che avrei potuto fare
se non guardarti morire

Giorno dopo giorno
bruciano le tue ali sul sole
Icaro di metallo

La prima volta che ti ho incontrato ho voluto
essere al tuo fianco
e lasciare crescer i miei capelli
Questi giorni sono finiti
ma ancora volo la notte
portando la vita ai morti

Anche attraverso i temi
quando mi sentivo solo
Improvvisamente ti rendi conto delle
lacrime rosso sangue dai tuoi occhi
Non c’era più molto
che avrei potuto fare
se non guardarti morire

Giorno dopo giorno
bruciano le tue ali sul sole
Icaro di metallo
Notte dopo notte
su forze sconosciute
Icaro di metallo

Ah. Quegli erano anni
Sento ancora le alture ventose
Contro la mia pelle
E se chiudo gli occhi
Sto volando sopra le colline!

Tags: - 115 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .