Mordred’s song – Blind Guardian

Mordred’s song (La canzone di Mordred) è la traccia numero cinque del quinto album dei Blind Guardian, Imaginations from the Other Side, uscito il 5 aprile 1995. Mordred è un personaggio leggendario della Britannia, conosciuto all’interno del ciclo arturiano come il traditore che combatté Re Artù nella Battaglia di Camlann, dove egli fu ucciso ed Artù ferito gravemente.

Formazione Blind Guardian (1995)

  • Hansi Kürsch – voce, basso
  • André Olbrich – chitarra
  • Marcus Siepen – chitarra
  • Thomas Stauch – batteria

Traduzione Mordred’s song – Blind Guardian

Testo tradotto di Mordred’s song (Kürsch, Olbrich) dei Blind Guardian [Virgin]

Mordred’s song

I’ve lost my battle
before it starts
My first breath wasn’t done
My spirit’s sunken deep
Into the ground
Why am I alone
I can hear my heartbeat
Silence’s all around

See hate will rise
So don’t come closer
Fear your child
Born with a king’s heart
But fate fooled me
And changed my cards
No one asked if I want it
If I liked it

Pain inside is rising
I am the fallen one
A figure in an old game
No Joker’s on my side
I plunged into misery
I’ll turn off the light
And murder the dawn
Turn off the light
And murder the dawn

Nothing else
But laughter is around me
Forevermore
No one can heal me
Nothing can save me
I’ve gone beyond the truth
It’s just another lie
Wash away the blood on my hands
My father’s blood
In agony we’re unified

I never wanted to be
What they told me to be
Fulfill my fate than I’ll be free
God knows how long
I tried to change fate

Pain inside is rising
I am the fallen one
A figure in an old game
No Joker’s on my side
I plunged into misery
I’ll turn off the light
And murder the dawn
Turn off the light
And murder the dawn

La canzone di Mordred

Ho perso la mia battaglia
prima che cominciasse
Non feci nemmeno il mio primo respiro
Il mio spirito sprofondò
al suolo
Perchè sono solo?
Posso udire il battito del mio cuore
Silenzio tutto intorno

Guarda l’odio che cresce
Non avvicinarti, perciò
Temi tuo figlio!
Nato con un cuore di re
Ma il destino mi ha ingannato
E ha cambiato le mie carte
Nessuno mi ha mai chiesto se lo volessi
Se mi piacesse

Il dolore dentro sta crescendo
Io sono quello caduto
Il personaggio di un vecchio gioco
E nessun jolly al mio fianco
Crollato in disgrazia
Spegnerò la luce
E assassinerò l’alba
Spegnerò la luce
E assassinerò l’alba

Null’altro che risate
Sono intorno a me
Sempre
Nessuno può curarmi
Nessuno può salvarmi
Sono andato oltre la verità
Ed è solo un’altra bugia
Lavo il sangue dalle mie mani
Il sangue di mio padre
Nell’agonia siamo stati riuniti

Non ho mai voluto essere
Ciò che mi hanno detto di essere
Realizzare il mio destino poi sarò libero
Solo Dio sa quanto
ho provato a cambiare il fato!

Il dolore dentro sta crescendo
Io sono quello caduto
Il personaggio di un vecchio gioco
E nessun jolly al mio fianco
Crollato in disgrazia
Spegnerò la luce
E assassinerò l’alba
Spegnerò la luce
E assassinerò l’alba

Tags:, - 1.138 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .