Nana – Warcry

Nana (Ninna nanna) è la traccia numero undici dell’album omonimo di debutto dei spagnoli Warcry, pubblicato il 17 aprile del 2002.

Formazione Warcry (2002)

  • Víctor García – voce, basso, chitarra, tastiere
  • Fernando Mon – chitarra
  • Pablo Garcia – chitarra
  • Alvaro Jardón – basso
  • Alberto Ardines – batteria

Traduzione Nana – Warcry

Testo tradotto di Nana (Garcìa) dei Warcry [Jaus]

Nana

El enemigo se ha ido
Pero pronto ha de volver
Cuando suenen sus tambores
De seguro moriré
Han muerto todos los míos
Solo yo… Sigo en pie
Todos eran mis amigos
Pero pronto los veré
Pues yo también estoy herido
Herido de gravedad
Lo sé al ver correr mi sangre
Ávida de mi escapar
De este cuerpo malherido
Que nunca dudo en arriesgar
Su vida en pos de un sueño
Que ya no conseguirá
Me atare a mi estandarte
Fiel símbolo de mi fe
Si llega antes la muerte
Que ellos me encuentren en pie
En pie y desafiante
Como yo siempre viví
Que tengan claro en sus mentes
Que yo jamás me rendí
Y estoy perdiendo el sentido
Ya casi no puedo ver
Muerte espera un momento
Que pronto han de volver
Veo venir una dama sonriendo hacia mí
Si esa dama es la muerte
¿quién tiene miedo a morir?
Viene cantando una nana
De mi tierra natal
Me la cantaba mi madre
Nunca la podré olvidar
Oh. Oh. Oh…

Ninna nanna

Il nemico è andato via
ma è pronto a ritornare
quando suonano i loro tamburi
la morte è certa
hanno ucciso tutti i miei amici
solo io… sono ancora in piedi
erano tutti miei amici
però presto li rivedrò
perchè anch’io sono ferito
ferito gravemente
Sto vedendo il mio sangue scorrere
desideroso di fuggire
da questo corpo ferito
che non ha mai esitato a rischiare
la sua vita alla ricerca di un sogno
che non può più ottenere
Mi legherò saldamente al mio stendardo
fido simbolo della mia fede
se arrivano prima la morte
che mi trovino in piedi
in piedi pronto a sfidarli
Come ho sempre vissuto
che abbiano chiaro in mente
che io non mi sono mai arreso
Sto perdendo i sensi
Riesco a malapena a vedere
Morte, aspetta un momento
che tra poco devono ritornare
Vedo arrivare una signora che mi sorride
Se questa signora è la morte
chi ha paura di morire?
Viene cantando una ninna nanna
della mia terra natale.
Me la cantava mia madre
e mai potrò dimenticarla
Oh, oh, oh…

Tags:, - 176 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .