New York city don’t mean nothing – Savatage

New York city don’t mean nothing (New York City non significa niente) è la traccia numero dieci del settimo album dei Savatage, Streets: A Rock opera, pubblicato il 4 ottobre del 1991.

Formazione Savatage (1991)

  • Jon Oliva – voce, tastiere
  • Criss Oliva – chitarra
  • Johnny Lee Middleton – basso
  • Steve Wacholz – batteria

Traduzione New York city don’t mean nothing – Savatage

Testo tradotto di New York city don’t mean nothing (C.Oliva, J.Oliva, O’Neill) dei Savatage [Atlantic]

New York city don’t mean nothing

I’ve been here since eighty-one
That’s a long time
And I’ve seen
All there is here to see

Had a space on Astor place
Had it all once
Now there streets
Are my reality

You see
New York City
Don’t mean nothing
Just a good place
when you’re running
Light that cut so bright
they make you bleed

Neon children live their lives there
Mad magicians tinsel nightmares
Still you know I’m never gonna leave

Never sleep alone on the subways
Never walk alone on the tracks
Never take a ride
to the edge of your mind
Not unless you have a ticket back
Don’t believe in T.V. preachers
Don’t believe in talk show stars
Never follow trends
if they turn on your friends
Just to be sure you know
who your friends are

And if you’re running blind
On a refueled mind
Better watch the time
And careful you don’t go too far

Never burn the bridges before you
If you’ve burned the bridges behind
And never burn the one t
hat you’re walking upon
Or you’re sure to hit the water in time

Don’t believe in expectations
Don’t believe in shooting stars
And if you make a stand
on a dead empty hand
Never let them see your cards

And if you’re running blind
On a refueled mind
Better watch the time
And careful you don’t go too far

New York City non significa niente

Non sono stato qua fin dall’81
È molto tempo
E qua ho visto
Tutto ciò che c’è da vedere

Ho avuto uno spazio all’Astor
Una volta avevo tutto
E adesso le strade
Sono la mia realtà

Sai
New York City
Non significa niente
È solo un bel posto
quando non la guardi attentamente
La sua luce è così brillante
che ti taglia e ti fa sanguinare

I bambini al neon vivono qua le loro vite
I luccicanti incubi dei maghi pazzi
E tu sai che io non me ne andrò mai da qua

Non dormire mai da solo in metropolitana
Non camminare mai da solo per i sentieri
Non accettare mai un passaggio
verso il limite della tua mente
A meno che tu non abbia un biglietto per ritornare
Non credere ai predicatori della TV
Non credere nelle stelle dei talk show
Non seguire mai le mode
se tutti i tuoi amici le seguono
Devi solo assicurarti di sapere
chi sono i tuoi amici

E se stai correndo ciecamente
E hai una mente ben rifornita
Faresti meglio a guardare l’ora
E stai attento, non andare troppo lontano

Non bruciare mai i ponti davanti a te
Se hai bruciato quelli che avevi dietro
E non bruciare mai quello
sul quale stai camminando
Oppure assicurati che toccherai l’acqua in tempo

Non credere nelle aspettative
Non credere alle stelle cadenti
E se riesci a prendere una posizione
quando hai in mano carte senza valore
Non lasciare che loro le guardino

E se stai correndo ciecamente
E hai una mente ben rifornita
Faresti meglio a guardare l’ora
E stai attento, non andare troppo lontano

Tags: - 220 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .