Not supposed to sing the blues – Europe

Not supposed to sing the blues (Non si presume che canti il blues) è la traccia numero due e il primo singolo del nono album degli Europe, Bag of Bones pubblicato il 18 aprile del 2012.

Formazione Europe (2012)

  • Joey Tempest – voce
  • John Norum – chitarra
  • John Levén – basso
  • Ian Haugland – batteria
  • Mic Michaeli – tastiere

Traduzione Not supposed to sing the blues – Europe

Testo tradotto di Not supposed to sing the blues (Tempest) degli Europe [EarMusic]

Not supposed to sing the blues

Born in 1963
In the shadow of Kennedy
I’m still a kid when the levee breaks
Man, oh man, that’s all it takes

And I’m on my way

Boy, you’re not supposed to sing the blues
Where you come from
If you walk across those railroad tracks
Son, you’re on your own
But all I know is what I feel,
and it can’t be wrong
Boy, you’re not supposed to sing the blues
Where you come from
Where you come from
It’s just not done

Back in black and I’m 17
I’ve been told, son, let it be
I got these lines upon my face now
A room at the heartbreak hotel
Yeah yeah

Oh well, oh well
Ah yeah

Boy, you’re not supposed to sing the blues
Where you come from
If you walk across those railroad tracks
Son, you’re on your own
But all I know is what I feel,
and it can’t be wrong
Boy, you’re not supposed to sing the blues
Where you come from
Where you come from
It’s just not done

Oh well, oh well
Alright

Boy, you’re not supposed to sing the blues
Where you come from
If you walk across those railroad tracks
Son, you’re on your own
But all I know is what I feel,
and it can’t be wrong
Boy, you’re not supposed to sing the blues
Where you come from
Where you come from
It’s just not done

Non si presume che canti il blues

Nato nel 1963
All’ombra dei Kennedy
Ero ancora un bimbo quando l’argine si ruppe
L’uomo, oh uomo, questo è tutto quello che serve

E sono sulla mia strada

Ragazzo, non dovresti cantare il blues
da dove vieni
Se attraversi quei binari ferroviari
figliolo, tu sei da solo
Ma tutto quello che so è quello che sento,
e non può essere sbagliato
Ragazzo, non dovresti cantare il blues
da dove vieni
Da dove vieni
Non si fa

Torno in nero e ho 17 anni
Mi è stato detto, figliolo, lascia che sia
ho quelle linee sul mio viso adesso
una stanza al hotel dei cuori spezzati
Yeah, yeah

Oh beh, oh, va bene
Ah sì

Ragazzo, non dovresti cantare il blues
da dove vieni
Se attraversi quei binari ferroviari
figliolo, tu sei da solo
Ma tutto quello che so è quello che sento,
e non può essere sbagliato
Ragazzo, non dovresti cantare il blues
da dove vieni
Da dove vieni
Non si fa

Oh beh, oh, va bene
Va bene

Ragazzo, non dovresti cantare il blues
da dove vieni
Se attraversi quei binari ferroviari
figliolo, tu sei da solo
Ma tutto quello che so è quello che sento,
e non può essere sbagliato
Ragazzo, non dovresti cantare il blues
da dove vieni
Da dove vieni
Non si fa

Tags: - 319 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .