Nothing – Anthrax

Nothing (Niente) è la traccia numero due del settimo album degli Anthrax, Stomp 442, pubblicato il 24 ottobre del 1995.

Formazione Anthrax (1995)

  • John Bush – voce
  • Scott Ian – chitarra
  • Frank Bello – basso
  • Charlie Benante – batteria

Traduzione Nothing – Anthrax

Testo tradotto di Nothing (Benante, Bush, Ian) degli Anthrax [Elektra]

Nothing

It’s difficult for me
to get a grip on what you mean
When you stick your fingers in your ear
and create another scene
You always step into the traps
set perfect in your path
Busy going crazy over
whose knife’s in your back

Dive inside your blackest stare
The one that’s saving do you date
Screaming that you’re scared
You the tallest soul
With the shortest self-esteem
Painted as the victim
Who’s split between the beams

It doesn’t seem to matter
It’s nothing
Dead a dream is dying
It’s nothing
Best friend I never had

Play me to the point
of pushing me too far away
I can only say whatever
ambivalent to your game
You can pretend to the mirror,
it’s the lie you tell yourself
And I won’t walk on eggshells
that’s a dance for someone else

Dive inside your blackest stare
The one that’s saying do you dare
Screaming that you’re scared
You the tallest soul
With the shortest self-esteem
Painted as the victim
Who’s split between the beams

It doesn’t seem to matter
It’s nothing
Dead a dream is dying
It’s nothing
Best friend I never had

Niente

È difficile per me
calmarmi da ciò che intendi
Quando ti infili le dita nell’orecchio
e crei un’altra scena
Infili sempre i piedi nella trappole
messe perfettamente nel tuo percorso
Occupato, diventando pazzo per capire
di chi è il coltello nella tua schiena

Tuffati dentro il tuo sguardo più oscuro
quello che ti sta risparmiando l’appuntamento
urlando che hai paura
Tu, l’anima più alta
con la più corta autostima
dipinta come una vittima
che è divisa tra i raggi

Non sembra avere importanza
Non è niente
Morto, un sogno sta morendo
Non è niente
Il migliore amico che non ho mai avuto

Sfidami al punto
da spingermi troppo lontano
Posso solo dire tutto quello che
è ambivalente per il tuo gioco
Puoi fingere davanti allo specchio
è la bugia che racconti a te stesso
E non voglio camminare sulle uova
quella è una danza per qualcun altro

Tuffati dentro il tuo sguardo più oscuro
quello che ti sta risparmiando l’appuntamento
urlando che hai paura
Tu, l’anima più alta
con la più corta autostima
dipinta come una vittima
che è divisa tra i raggi

Non sembra avere importanza
Non è niente
Morto, un sogno sta morendo
Non è niente
Il migliore amico che non ho mai avuto

Tags: - 104 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .