Nunca más – Tierra Santa

Nunca más (Mai più) è la traccia numero otto dell’album d’esordio dei Tierra Santa, Medieval, uscito nel novembre del 1997.

Formazione degli Tierra Santa (1997)

  • Angel – voce, chitarra
  • Arturo – chitarra
  • Roberto – basso
  • Iñaki – batteria
  • Tomy – tastiere

Traduzione Nunca más – Tierra Santa

Testo tradotto di Nunca más dei Tierra Santa [Locomotive]

Nunca más

Escrito está
Que han de pagar
Aquellos que fueron verdugos
De un dictador
Sin ley ni moral
Que quiso ser dueño del mundo

Con sangre sus
Manos manchó
Asesinando inocentes
Y entre las llamas se quemarán
El día del juicio final

Y encerrado en el barracón
Esperando su muerte
Han borrado su mente de un sueño
Que un día les hizo vivir

Y ellos vivirán
Para ser quemados
Y ellos morirán
Por libertad
Y montones de cuerpos desnudos
En la noche brillarán
Y ellos vivirán
Para ser quemados
Y ellos morirán
Por libertad
Y montones de cuerpos desnudos
En la noche brillarán

Y ellos vivirán
Para ser quemados
Y ellos morirán
Por libertad
Y montones de cuerpos desnudos
En la noche brillarán
Y ellos vivirán
Para ser quemados
Y ellos morirán
Por libertad
Y montones de cuerpos desnudos
En la noche brillarán

En el futuro el hombre hablará
De aquellos terribles momentos
De esos que un día pensaron tener
Al mundo bajo su poder
La gente piensa que la historia acabó
Con el final de la guerra
Pero lo cierto es que esa ambición
Puede acabar con la tierra

Y encerrado en el barracón
Esperando su muerte
Han borrado su mente de un sueño
Que un día les hizo vivir

Y ellos vivirán
Para ser quemados
Y ellos morirán
Por libertad
Y montones de cuerpos desnudos
En la noche brillarán
Y ellos vivirán
Para ser quemados
Y ellos morirán
Por libertad
Y montones de cuerpos desnudos
En la noche brillarán
Nunca más

Mai più

Sta scritto
che devono pagare
Quelli che furono carnefici
di un dittatore
senza legge né morale
Che volle essere padrone del mondo

Con il sangue
macchiò le sue mani
assassinando innocenti
E tra le fiamme brucieranno
il giorno del giudizio finale

E rinchiusi in un capannone
Aspettando la loro morte
hanno cancellato dalla loro mente un sogno
che un giorno li ha fatti vivere

E vivranno
Per essere bruciati
E moriranno
Per libertà
E un mucchio di corpi nudi
Nella notte brilleranno
E vivranno
Per essere bruciati
E moriranno
Per libertà
E un mucchio di corpi nudi
Nella notte brilleranno

E vivranno
Per essere bruciati
E moriranno
Per libertà
E un mucchio di corpi nudi
Nella notte brilleranno
E vivranno
Per essere bruciati
E moriranno
Per libertà
E un mucchio di corpi nudi
Nella notte brilleranno

E in futuro un uomo parlerà
di quei terribili momenti
Di quelli che un giorno pensarono di avere
Il mondo sotto il loro potere
La gente pensa che la storia si è conclusa
con la fine della guerra
Ma la verità è che questa ambizione
può distruggere la terra

E rinchiusi in un capannone
Aspettando la loro morte
hanno cancellato dalla loro mente un sogno
che un giorno li ha fatti vivere

E vivranno
Per essere bruciati
E moriranno
Per libertà
E un mucchio di corpi nudi
Nella notte brilleranno
E vivranno
Per essere bruciati
E moriranno
Per libertà
E un mucchio di corpi nudi
Nella notte brilleranno
Mai più

Tags:, - 146 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .