Octavarium – Dream Theater

Octavarium (Ottagono) è la traccia numero otto e quella che dà il nome all’ottavo album dei Dream Theater, pubblicato il 7 giugno del 2005.

Formazione Dream Theater (2005)

  • James LaBrie – voce
  • John Petrucci – chitarra
  • John Myung – basso
  • Mike Portnoy – batteria
  • Jordan Rudess – tastiere

Traduzione Octavarium – Dream Theater

Testo tradotto di Octavarium (LaBrie, Petrucci, Portnoy) dei Dream Theater [Elektra]

Octavarium

I. Someone Like Him [0:00 ‒ 8:47]

I never wanted to become someone
like him so secure
Content to live each day
just like the last
I was sure I knew that
This was not for me
And I wanted so much more
Far beyond what I could see
So I swore that I’d
Never be someone like him

So many years have passed
Since I proclaimed
My independence
My mission
My aim
And my vision
So secure
Content to live each day
like it’s my last
It’s wonderful to know
That I could be
Something more than
what I dreamed
Far beyond what I could see
Still I swear that I’m
Missing out this time

As far as I could tell
There’s nothing more I need
But still I ask myself
Could this be everything
Then all I swore
That I would never be was now
So suddenly
The only thing
I wanted
To become
To be someone just like him

[II. Medicate (Awakening)] [8:48 ‒ 13:49]

A Doctor sitting next to me
He asks me how I feel
Not sure I understand his questioning
He says I’ve been away a while
But thinks he has cured me
From a state of catatonic sleep

For 30 years
Where have I been
Eyes open
But not getting through to me

Medicate me
Infiltrate me
Side effects appear
As my conscience slips away

Medicate me
Science failing
Conscience fading fast
Can’t you stop what’s happening

A higher dosage he prescribes
But there’s no guarantee
I feel it starting to take over me
I tell him not to be ashamed
There’s no one who’s to blame
A second shot
A brief awakening

I feel the relapse
Can’t break free
Eyes open
But not getting through to me

[III. Full Circle] [13:50 – 16:36]

Sailing on the seven seize
the day tripper diem’s ready
Jack the ripper Owens Wilson Phillips
and my supper’s ready
Lucy in the sky with diamond
Dave’s not here I come to save the
Day for nightmare
cinema show me the way to get
back home again

Running forward
Falling back
Spinning round and round
Looking outward
Reaching in
Scream without a sound

Leaning over
Crawling up
Stumbling all around
Losing my place
Only to find I’ve come
full circle

Flying off the handle
be careful with
That axe Eugene gene the dance machine
Messiah light my fire gabba gabba
Hey hey my my generation’s
home again

Running forward
Falling back
Spinning round and round
Looking outward
Reaching in
Scream without a sound

Leaning over
Crawling up
Stumbling all around
Losing my place
Only to find I’ve come
full circle

[IV. Intervals] [16:37 – 19:53]

Our deadly sins feel
his mortal wrath
Remove all obstacles from our path

Asking questions
Search for clues
The answer’s been right in front of you

Try to break through
Long to connect
Fall on deaf ears and
failed muted breath

Loyalty, trust, faith and desire
Carries love through each darkest fire

Tortured Insanity
A smothering hell
Try to escape but no avail

The calls of admirers
Who claim they adore
Drain all your lifeblood
while begging for more

Innocent victims of merciless crimes
Fall prey to some madmen’s
impulsive designs

Step after step
We try controlling our fate
When we finally start living it
has become too late

Trapped inside this Octavarium
Trapped inside this Octavarium
Trapped inside this Octavarium
Trapped inside this Octavarium

[V. Razor’s Edge] [19:54 ‒ 24:00]

We move in circles
Balanced all the while
On a gleaming razor’s edge

A perfect sphere
Colliding with our fate
This story ends where it began

Ottagono

I. Qualcuno come lui [0:00 ‒ 8:47]

Ero così sicuro che non avrei mai voluto diventare
qualcuno come lui
Mi accontentavo di vivere ogni giorno
come se fosse l’ultimo
Ero sicuro di sapere che
Non faceva per me
E volevo molto di più
Rispetto a ciò che potevo vedere
E così giurai che
Non sarei mai diventato qualcuno come lui

Sono passati così tanti anni
Da quando ho proclamato
La mia indipendenza
La mia missione
Il mio obbiettivo
E la mia visione
Ero così sicuro
E vivevo ogni giorno
come se fosse l’ultimo
È meraviglioso sapere
Che potrei essere
Qualcosa in più rispetto
a ciò che sognavo di essere
Ben oltre quello che potrei vedere
E ancora giuro che
sto perdendo l’occasione questa volta

Per quanto io possa dire
Non c’è nient’altro che mi serva
Ma continuo a chiedere a me stesso
“Questo è tutto ciò che c’è?”
E dopotutto ho giurato
Che non sarei mai stato ciò che sono adesso
E improvvisamente
L’unica cosa
Che volevo
Diventare
Era qualcuno come lui

[II. Medicazione (Risveglio)] [8:48 ‒ 13:49]

Un dottore è seduto accanto a me
Mi chiede come mi sento
Non sono sicuro di aver capito le sue domande
Dice che me ne sono andato per un pò
Ma lui pensa di avermi curato
Da uno stato di sonno catatonico

Per 30 anni
Dove sono stato?
I miei occhi sono aperti
Ma non riescono a vedere attraverso me stesso

Medicatemi
Infiltratemi
Gli effetti collaterali appaiono
Mentre la mia coscienza scivola via

Medicatemi
La scienza sta fallendo
La coscienza sta svanendo velocemente
Non riuscite a fermare ciò che sta succedendo?

Lui mi prescrive un dosaggio più alto
Ma non ci sono garanzie
Mi sento come se stessi venendo sopraffatto
Gli dico di non avere vergogna
Visto che non c’è nessuno che va incolpato
Una seconda iniezione
Un breve risveglio

Ma ho una ricaduta
Non riesco a liberarmi
I miei occhi sono aperti
Ma non riescono a vedere attraverso me stesso

[III. Cerchio chiuso] [13:50 – 16:36]

Navigando il settimo
cogli l’attimo è pronto
Jack lo squartatore Owen Wilson Philips
e la mia cena è pronta
Lucy nel cielo con un diamante
Dave non è qua sono arrivato per salvare la
situazione per l’incubo il cinema
mi mostra la via per
tornare a casa ancora una volta

Corro avanti
Cado indietro
Giro e rigiro su me stesso
Guardo fuori
Ma allo stesso tempo entro dentro
Urlo senza emettere suoni

Mi piego
Striscio
Inciampo ovunque vada
Sto perdendo la mia casa
Solo per scoprire che sono entrato
in un cerchio chiuso

Volando oltre il maneggiare
con attenzione con quell’
ascia eugene gene la macchina da ballo
Messia accendi il mio fuoco gabba gabba
hey hey la mia la mia generazione è ritornata a casa ancora una volta

Corro avanti
Cado indietro
Giro e rigiro su me stesso
Guardo fuori
Ma allo stesso tempo entro dentro
Urlo senza emettere suoni

Mi piego
Striscio
Inciampo ovunque vada
Sto perdendo la mia casa
Solo per scoprire che sono entrato
in un cerchio chiuso

[IV. Intervalli] [16:37 – 19:53]

I nostri peccati mortali provocano
in Lui una furia mortale
Rimuoviamo tutti gli ostacoli dal nostro sentiero

Facciamo domande
E cerchiamo indizi
Ma la risposta è sempre stata davanti a noi

Provo a sfondare
E ci vuole molto per connettermi
Cado sulle mie orecchie sorde
con un sospiro affaticato

La lealtà, la fiducia, la fede e il desiderio
Portano l’amore dentro ogni fuoco più buio

La pazzia mi tortura
Un inferno soffocante
Provo a scappare senza riuscirci

Le chiamate degli ammiratori
Che dicono di adorarti
Prosciugano il tuo sangue
mentre supplicano per averne ancora

Siamo vittime innocenti di crimini impietosi
Cadiamo come prede ai piani impulsivi
di qualche pazzo

Passo dopo passo
Proviamo a controllare il nostro destino
Ma quando alla fine iniziamo a vivere è diventato troppo tardi

Sono intrappolato in questo ottagono
Sono intrappolato in questo ottagono
Sono intrappolato in questo ottagono
Sono intrappolato in questo ottagono

[V. Filo del rasoio] [19:54 ‒ 24:00]

Ci muoviamo in cerchio
E nel frattempo ci teniamo in equilibrio
Su un luccicante filo del rasoio

Una sfera perfetta
Che collide con il nostro destino
Questa storia finisce dove ha avuto inizio

Tags:, - 4.882 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .