One thousand days in Sodom – Venom

One thousand days in Sodom (Mille giorni a Sodoma) è la traccia numero otto dell’album d’esordio dei Venom, Welcome to hell pubblicato nel dicembre del 1981.

Formazione Venom (1981)

  • Conrad “Cronos” Lant – voce, basso
  • Jeffrey “Mantas” Dunn – chitarra
  • Tony “Abaddon” Bray – batteria

Traduzione One thousand days in Sodom – Venom

Testo tradotto di One thousand days in Sodom (Lant, Dunn, Bray) dei Venom [Neat]

One thousand days in Sodom

Unholy city a sinners delight
No-one was spared out of mind, out of sight
Hatred and slaughter, degredation and lust
Self destruction never counting the cost,
No-one knew the suffering
Behind the city walls
No-one heard the cry for help
No-one heard the call…

One thousand days in sodom
One thousand days in sodom
The ways of god forgotten
One thousand days in sodom

Children slaughtered daily
there mothers by their sides
No mercy given no matter how they cried
The smell of death was near
It’s presence ever near
The priests lay bound in chains
no-one would ever hear,
No-one knew the blasphemy
The torture and the pain
No-one saw the madness
The priests, they died in vain…

Day completes its cycle
and night takes on its role
Satan’s cloak shrouds the land
and his children spill their fold

No golden cross of heaven
Or ancient key of kings
Could save the world of sinners
when the midnight sabbath rings
Few could hear the suffering
And the pain of ripping flesh
But those who did
were damned in hell
And breathed their final breath…

One thousand days
One thousand years
you’ve lived your life in hell.

Mille giorni a Sodoma

Una città sacrilega illuminata dai peccatori
Nessuno era fuori di testa o non ci vedeva bene
Odio e massacri, degradazione e lussuria
L’autodistruzione non vale mai il costo
Nessuno sapeva della sofferenza
Che c’era dietro le mura della città
Nessuno sentì le urla d’aiuto
Nessuno sentì il richiamo…

Mille giorni a Sodoma
Mille giorni a Sodoma
Le vie di Dio erano state dimenticate
Mille giorni a Sodoma

I bambini venivano massacrati ogni giorno,
e le loro madri erano al loro fianco
Non c’era pietà, non importa quanto piangessero
L’odore della morte era vicino
La sua presenza era sempre vicina
I preti erano incatenati
e nessuno li avrebbe mai sentiti
Nessuno sapeva della blasfemia
Della tortura e del dolore
Nessuno sapeva della pazzia
I preti morirono invano…

Il giorno completa il suo ciclo
e la notte inizia il suo ruolo
L’oscurità satanica copre la terra
e i suoi figli spargono il suo contenuto

Non c’è nessuna croce d’oro del paradiso
E nessuna antica chiave di Re
Che possa salvare il mondo dei peccatori,
quando il sabba di mezzanotte prende luogo
Pochi poterono sentire la sofferenza
E il dolore della carne che si lacera
Ma coloro che poterono farlo
furono dannati all’inferno
E fecero il loro ultimo respiro…

Mille giorni
Per mille giorni
hai vissuto la tua vita all’inferno

Tags: - 231 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .