One – Metallica

One (Uno) è la traccia numero quattro ed il terzo singolo del quarto album dei Metallica, …And Justice for All, pubblicato il 25 agosto del 1988. One, primo brano dei Metallica di cui fu girato un videoclip, parla della disperazione di un uomo che, dopo aver perso braccia e gambe in guerra, è collegato a dei macchinari per vivere e non può né parlare né muoversi.

Formazione dei Metallica (1988)

  • James Hetfield – voce, chitarra
  • Kirk Hammett – chitarra
  • Jason Newsted – basso
  • Lars Ulrich – batteria

Traduzione One – Metallica

Testo tradotto di One (Hetfield, Ulrich) dei Metallica [Elektra]

One

I can’t remember anything
Can’t tell if this is true or dream
Deep down inside I feel to scream
This terrible silence stops me .

Now that the war is through with me
I’m waking up, I cannot see
That there is not much left of me
Nothing is real but pain now

Hold my breath as I wish for death
Oh please, God, wake me

Back in the womb it’s much too real
In pumps life that I must feel
But can’t look forward to reveal
Look to the time when I’ll live

Fed through the tube that sticks in me
Just like a wartime novelty
Tied to machines have made me be
Cut this life off from me

Hold my breath as I wish for death
Oh please, God, wake me

Now the world is gone, I’m just one
Oh God, help me
Hold my breath as I wish for death
Oh please, God, help me

Darkness imprisoning me
All that I see
Absolute horror
I cannot live
I cannot die
Trapped in myself
Body my holding cell

Landmine has taken my sight
Taken my speech
Taken my hearing
Taken my arms
Taken my legs
Taken my soul
Left me with life in hell

Uno

Non posso ricordare niente
Non posso dire se questa è realtà o sogno
Dentro nel mio profondo sento urlare
Questo terribile silenzio mi blocca

Ora che la guerra mi attraversa
Mi sto svegliando non posso vedere
Che non è rimasto molto di me
Nulla è reale ma ora soffro

Trattengo il respiro così tanto da voler morire
Oh Dio ti prego, svegliami

Dietro nel ventre è molto più reale
La vita che devo sentire è nelle pompe
Ma non posso guardare avanti per scoprire
Quanto tempo ho da vivere

Mi nutro con la flebo che è in me
Giusto come una novità del tempo di guerra
Legato a macchine che mi tengono in vita
Toglietemi questa vita di dosso

Trattengo il respiro così tanto da voler morire
Oh Dio ti prego, svegliami

Ora il mondo è andato e io sono solo uno
Oh Dio, aiutami
trattengo il respiro così tanto da voler morire
Oh ti prego Dio, aiutami

Tenebre che m’imprigionano
Tutto ciò che vedo
E’ orrore assoluto
Non posso vivere
Non posso morire
Intrappolato in me stesso
Il mio corpo è la mia stretta cella

Una mina ha preso la mia vista
Preso la mia parola
Preso il mio udito
Preso le mie braccia
Preso le mie gambe
Preso la mia anima
Lasciandomi in vita all’inferno

Tags:, , - 10.809 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .