Out of exile – Audioslave

Out of exile (Sottratto all’esilio) è la traccia numero due e quella che da il nome al secondo album degli Audioslave, pubblicato il 23 maggio del 2005.

Formazione Audioslave (2005)

  • Chris Cornell – voce
  • Tom Morello – chitarra
  • Tim Commerford – basso
  • Brad Wilk – batteria

Traduzione Out of exile – Audioslave

Testo tradotto di Out of exile (Cornell) degli Audioslave [Epic]

Out of exile

When I first came to this island
that I called by own name
I was happy in this fortress,
in my exile I remained
But the hours grew so empty
and the ocean sent her waves
In the figure of a woman
and she pulled me out to sea

When you come down
to take me home
send my soul away
When you come round
you’ll make me whole
send my soul away

On the altar of a sunrise
was a wedding in the waves
And inside her shown a young light
from her labor I was saved
Though I’ve traveled long in darkness
in her harvest I’m embraced

When you come down
to take me home
send my soul away
When you come round
you’ll make me whole
send my soul away

Now the spires and the gables
grow in orchards to the sky
And the blessings on my table
multiply and divide

When you come down
to take me home
send my soul away
Yeah, when you come round
you’ll make me whole
send my soul away
Yeah, when you come down
to take me home
when you come round
you’ll make me whole
Yeah, when you come round
to take me home
Send my soul away
Send my soul away!
Send my soul away
Send my soul away!

Sottratto all’esilio

Quando in principio giunsi in quest’isola
A cui diedi il mio stesso nome
Ero lieto in questa fortezza,
Restai nel mio esilio
Ma le ore trascorrevano vacue
E l’oceano mandò le sue onde
In guisa di una donna
Ed ella mi spinse in mare

Quando approdi
per prendermi a casa
Scacci la mia anima
Quando riprenderai coscienza
mi donerai integrità
Scaccia la mia anima

Sull’altare dell’albore
Ci fu tra le onde uno sposalizio
E nel suo cuore si manifestò un bagliore novello
Grazie al suo sforzo fui salvo
Sebbene viaggiai in un sentiero di tenebra
Fui abbracciato nella sua mietitura

Quando approdi
per prendermi a casa
Scacci la mia anima
Quando riprenderai coscienza
mi donerai integrità
Scaccia la mia anima

Ora le guglie e i timpani
Svettano nel frutteto alla volta celeste
E le benedizioni sulla mia scrivania
Si moltiplicano e si dividono

Quando approdi
per prendermi a casa
Scacci la mia anima
Sì, quando riprenderai coscienza
mi donerai integrità
Scaccia la mia anima
Sì, quando approdi
per prendermi a casa
Quando riprenderai coscienza
mi donerai integrità
Sì, quando approdi
per prendermi a casa
Scacci la mia anima
Scaccia la mia anima!
Scacci la mia anima
Scaccia la mia anima!

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags:, - 642 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .