Outside looking in – Fates Warning

Outside looking in (Sbirciando dall’esterno) è la traccia che apre il settimo album dei Fates Warning, Inside out, pubblicato il 26 luglio del 1994.

Formazione Fates Warning (1994)

  • Ray Alder – voce
  • Jim Matheos – chitarra
  • Frank Aresti – chitarra
  • Joe DiBiase – basso
  • Mark Zonder – batteria

Traduzione Outside looking in – Fates Warning

Testo tradotto di Outside looking in (Matheos) dei Fates Warning [Metal Blade]

Outside looking in

(Starring… Staring…)

Staring, silent, naked and cold
Outside looking in
Peeling away this fragile shell
To face the fear within

And the man in the mirror looks on
As the cuts begin

Outside looking in
Getting over my fears
and under my skin
Tearing myself apart
to feel whole again
Outside looking in

Running, tired, tortured and torn
Outside looking in
Clawing away these open scars
To heal the wounds within

And the man in the mirror looks out
As he reaches in

Outside looking in
Getting over my fears
and under my skin
Tearing myself apart
to feel whole again
Outside looking in

Outside looking in
Getting over my fears
and under my skin
Tearing myself apart
to feel whole again
Outside looking in

Too many things left undone
Too late to turn back
I could change course
before the end
But when all is said and done
All I really want
Is a chance
to start again

(Staring… Staring…)

Staring, silent, naked and cold
Outside looking in
Feeling my way
through this wilderness
For a place to begin

And the man in the mirror reaches out
To the man within

Outside looking in
Getting over my fears
and under my skin
Tearing myself apart
to feel whole again
Outside looking in

Outside looking in
Getting over my fears
and under my skin
Tearing myself apart
to feel whole again
Outside looking in

Sbirciando dall’esterno

(Fissando… Fissando…)

Fissando, silente, nudo e freddo
Sbirciando dall’esterno
Scrosto via quest’esile corazza
Per affrontare il terrore interiore

E l’uomo posa lo sguardo sullo specchio
Quando ormai l’interruzione inizia

Sbirciando dall’esterno
Guarisco le mie fobie
e al di sotto della mia pelle
Strappo via me stesso
per sentirmi di nuovo integro
Sbirciando dall’esterno

Fuggendo, svigorito, martirizzato e sfregiato
Sbirciando dall’esterno
Lacero queste cicatrici aperte
Per mondare le ferite interiori

E l’uomo posa lo sguardo sullo specchio
Quando ormai esso l’ha raggiunto

Sbirciando dall’esterno
Guarisco le mie fobie
e al di sotto della mia pelle
Strappo via me stesso
per sentirmi di nuovo integro
Sbirciando dall’esterno

Sbirciando dall’esterno
Guarisco le mie fobie
e al di sotto della mia pelle
Strappo via me stesso
per sentirmi di nuovo integro
Sbirciando dall’esterno

Troppi impegni lasciati incompiuti
Troppo tardi per tornare indietro
Io posso mutare il corso degl’eventi
prima della fine
Sebbene quando tutto è detto e perpetrato
Ogni cosa ch’io bramo sinceramente
Ѐ una possibilità di ricominciare
daccapo ancora una volta

(Fissando… Fissando…)

Fissando, silente, nudo e freddo
Sbirciando dall’esterno
Percepisco il mio cammino
attraverso questa giungla
Alla ricerca di un luogo di partenza

E l’uomo comunica sullo specchio
Con l’uomo che risiede al suo interno

Sbirciando dall’esterno
Guarisco le mie fobie
e al di sotto della mia pelle
Strappo via me stesso
per sentirmi di nuovo integro
Sbirciando dall’esterno

Sbirciando dall’esterno
Guarisco le mie fobie
e al di sotto della mia pelle
Strappo via me stesso
per sentirmi di nuovo integro
Sbirciando dall’esterno

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags: - 113 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .