Pariah – Bullet For My Valentine

Pariah (Paria) è la traccia numero undici del quinto album dei Bullet For My Valentine, Venom, pubblicato il 14 agosto del 2015. Con il termine paria sono indicati gli individui appartenenti alle classi sociali più basse dell’India. Il termine viene usata anche per indicare una persona di condizione sociale molto bassa, che è o che si sente emarginata, oppressa e spregiata.

Formazione Bullet For My Valentine (2015)

  • Matthew “Matt” Tuck – voce, chitarra
  • Michael “Padge” Paget – chitarra
  • Jamie Mathias – basso
  • Michael “Moose” Thomas – batteria

Traduzione Pariah – Bullet For My Valentine

Testo tradotto di Pariah dei Bullet For My Valentine [RCA Records]

Pariah

You’re the reason I feel so alive
You’re the craving that
tears me apart from the inside
You’re my downfall the one I obey
I’m the monster, the freak
that you need and it’s okay

Is this sick and depraved?
I see hell it’s divine
Is this twisted and crazed?
Or a brilliant disguise

It starts out a fantasy
Then turns into misery
I’ll be your pariah
Take it out on me
Eyes shut, no reality
A sucker for your vanity
I’ll be your pariah
Take it out on me

I came to you like
a moth to a flame
I was the piece of the puzzle
you played in your own game
I should have known
by the look in your eyes
But now we’ve gone too far
Now I’m holding on tight
Trying hard just to survive

Is this sick and depraved?
I see hell it’s divine
Is this twisted and crazed?
Or a brilliant disguise

It starts out a fantasy
Then turns into misery
I’ll be your pariah
Take it out on me
Eyes shut, no reality
A sucker for your vanity
I’ll be your pariah
Take it out on me

You know it’s what I need
So come and take it out on me

It starts out a fantasy
Then turns into misery
I’ll be your pariah
Take it out on me
Eyes shut, no reality
A sucker for your vanity
I’ll be your pariah
Take it out on me

Paria

Tu sei il motivo per cui mi sento così vivo
Tu sei il desiderio che mi
lacera dall’interno
Sei la mia rovina, quella a cui obbedisco
Io sono il mostro, lo strambo
di cui hai bisogno e va bene

È una malattia o una depravazione?
Vedo l’inferno che è divino
È questo contorto o folle?
O un geniale travestimento

Si inizia una fantasia
poi si trasforma in infelicità
Io sarò il tuo paria
Prenditela con me
Occhi chiusi, nessuna realtà
Una ventosa per la tua vanità
Io sarò il tuo paria
Prenditela con me

Vengo a te come
una falena va verso la fiamma
Ero un pezzo del puzzle
che hai messo nel tuo gioco
Avredi dovuto saperlo
dallo sguardo nei tuoi occhi
Ma ora ci siamo spinti troppo lontano
Ora sto cercando di tenere duro
sforzandomi almeno di sopravvivere

È una malattia o una depravazione?
Vedo l’inferno che è divino
È questo contorto o folle?
O un geniale travestimento

Si inizia una fantasia
poi si trasforma in infelicità
Io sarò il tuo paria
Prenditela con me
Occhi chiusi, nessuna realtà
Una ventosa per la tua vanità
Io sarò il tuo paria
Prenditela con me

Sai che è quello che mi serve
Quindi vieni e prenditela con me

Si inizia una fantasia
poi si trasforma in infelicità
Io sarò il tuo paria
Prenditela con me
Occhi chiusi, nessuna realtà
Una ventosa per la tua vanità
Io sarò il tuo paria
Prenditela con me

Tags: - 375 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .