Pharao sails to Orion – Nightwish

Pharao sails to Orion (Il Faraone naviga verso Orione) è la traccia numero nove del secondo album dei Nightwish, Oceanborn, pubblicato il 7 dicembre del 1998. Pharao sails to Orion, che vede la partecipazione del vocalist Tapio Wilska, narra del viaggio di un faraone dal regno dei vivi a quello dei morti. Gli egizi credevano che il luogo in cui si sarebbe diretta l’anima del loro signore fosse la costellazione di Orione.

Formazione Nightwish (1998)

  • Tarja Turunen – voce
  • Erno Vuorinen – chitarra
  • Sami Vänskä – basso
  • Jukka Nevalainen – batteria
  • Tuomas Holopainen – tastiere

Traduzione Pharao sails to Orion – Nightwish

Testo tradotto di Pharao sails to Orion (Holopainen) dei Nightwish [Spinefarm]

Pharao sails to Orion

“Get away from me!
Take heed to thyself and see my face no more!
for in the day Thou see my face
Thou shalt die!”

Exodus 10:28

A constellation of divine architecture
built on Earth
A holy harbour, Orion
Nautical ascension to the firmament

Ship-shaped barrows open my heart
to the wisdom of this land
Sailing with the Serpent Chimera
of a fiendish sandman

The Unicorn arrives with the west wind
to dream His funeral
“Thou art born for Horus dwells in Thee”

Slumbering with the ebb and the flow
of this foaming tomb
“Thou art born for Seteh dwells in Thee”

Reveal your face to me and
guide me though the Stygian fields
Enthral my soul to Sepedet’s beams
to serve Your will

Sailing on the distant seas
from darkness to deliverance
Tales like the ocean written
to the Draco’s glance

Ruling with the scythe of death
you tear out philosophies apart
An ancient starwalk
to merge into the stars

“Open thy veins for my venom
Kiss the cobras with thy twisted tongue
So shalt thou join the empyrean circus
Where beggars mourn and seraphs dance
In this twilight cathedral
Shall I wed thee,
O Bride of the Netherwolrd”

Join my soul the Hunter in the sky

Il Faraone naviga verso Orione

“Vattene via da me!
Sta attento a non vedere più il mio volto
Perché il giorno che vedrai il mio volto
Tu morirai!”

Esodo 10:28

Una costellazione di divina architettura
costruita sulla Terra
Un sacro porto, Orione
Nautica ascensione al firmamento

Carrelli a forma di nave aprono il mio cuore
alla saggezza di questa terra
Navigando con il Serpente Chimera
di un demoniaco uomo del sonno

L’Unicorno arriva con il vento dell’Ovest
a sognare il Suo funerale
“Sei nato per Horus che dimora in te”

Riposando con il rifluire e lo scorrere
di questa schiumosa tomba
”Sei nato per Seteh che dimora in te”

Rivelami il tuo volto e
guidami per i campi dello Stige
Incanta la mia anima allo sfavillante Sepedet
per servire il Tuo volere

Navigando in mari distanti
dall’oscurità alla liberazione
Storie come l’oceano scritte
dallo sguardo di Draco

Regnando con la falce della morte
demolisci le nostre filosofie
Un antico cammino stellare
per fondersi con le stelle

“Apri le tue vene al mio veleno
Bacia i cobra con la tua lingua ritorta
Così ti unirai al circo celestiale
Dove i mendicanti piangono e i serafini ballano
In questa crepuscolare cattedrale
Ti sposerò
O sposa del Regno degli inferi”

Unisci la mia anima al Cacciatore nel cielo

Tags:, - 469 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .