Poltava – Sabaton

Poltava è la traccia numero sette del settimo album dei Sabaton, Poltava pubblicato il 25 maggio del 2012. Poltava, cittadina ucraina, fu teatro di una serie di battaglie combattute nel 1709 tra l’esercito svedese guidato dal re Carlo XII di Svezia e quello russo guidato da Pietro il Grande, durante la Grande guerra del nord. La campagna si concluse con la vittoria dell’esercito russo e questo ribaltò le sorti della guerra, fino a quel momento favorevoli all’Impero svedese.

Formazione Sabaton (2012)

  • Joakim Brodén – voce
  • Rickard Sundén – chitarra
  • Oskar Montelius – chitarra
  • Pär Sundström – basso
  • Daniel Mullback – batteria
  • Daniel Mÿhr – tastiere

Traduzione Poltava – Sabaton

Testo tradotto di Poltava (Brodén, Sundström) dei Sabaton [Nuclear Blast]

Poltava

Time has worn the soldiers down
Marched for many miles
In the eastern lands so cursed
Time to make a stand

Tsar has scorched his nation’s land
Nothing to be found
Hunger grasp the soliders heart
20 000 men strong

Listen, excuse for a king
Trust me, this fight you can’t win

Poltava
Rode to certain death and pain
Poltava
Swedish soldiers met their bane
Poltava
Sacrificed their lives in vain
Poltava

In the shade of morning mist
Advancing on their foe
Bullets break the silent air
Wasted battleplan

Swedish forces stand alone
King has left command
Rule is left to lesser men
Waiting for their chance

Listen, obey my command
Hear me, or die by my hand

Russian armies blocked their way
20 000 lost that day
They bled the ground
Peace they found
There’s no sign of victory
King Carolus had to flee
And leave the land
Leave command

Madness, curse your feeble horde
Fear me, you’ll die by my sword

Poltava

Il tempo ha logorato i soldati
Hanno marciato per molte miglia
Nelle terre orientali così maledette
È ora di prendere posizione

Lo Zar ha fatto terra bruciata del suo paese
Non si trova più niente
La fame afferra il cuore dei soldati
20.000 uomini forti

Senti, giustificazione per un re
Fidati di me, questa lotta non si può vincere

Poltava
Un percosto a morte certa e dolore
Poltava
I soldati svedesi incontrarono la loro rovina
Poltava
Hanno sacrificato la loro vita invano
Poltava

All’ombra della nebbia mattutina
Avanzano sul loro nemico
Proiettili rompono il silenzio
Sprecato il piano di battaglia

Le forze svedesi stanno sole
Il Re ha lasciato il comando
Il comando è lasciato a uomini meno importanti
che stanno aspettando la loro occasione

Ascolta, obbedite il mio comando
Ascoltatemi, o morirete per mano mia

L’esercito russo ha bloccato la via
20.000 perdite quel giorno
Il terreno è zuppo di sangue
hanno trovato la pace
Nessun segno di vittoria
Re Carolus ha dovuto fuggire
e lasciare il paese
e lasciare il comando

Follia, maledire la tua debole orda
Temetemi, morirete per la mia spada

Tags:, , - 523 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .