I was once, possibly, maybe… – Asking Alexandria

I was once, possibly, maybe, perhaps a cowboy king (Sono stato una volta, può darsi, forse, chissà un re dei cowboy) è la traccia numero undici dell’album d’esordio degli Asking Alexandria, Stand Up and Scream, pubblicato il 15 settembre del 2009.

Formazione Asking Alexandria (2009)

  • Danny Worsnop – voce
  • Ben Bruce – chitarra
  • Cameron Liddell – chitarra
  • Sam Bettley – basso
  • James Cassells – batteria

Traduzione I was once, possibly, maybe… – Asking Alexandria

Testo tradotto di I was once, possibly, maybe, perhaps a cowboy king degli Asking Alexandria [Sumerian]

I was once, possibly, maybe,
perhaps a cowboy king

I see myself there
waiting by the roadside,
Laid claim to nothing but
a black bag and the attire I stand in.
No name,
No history,
Just a target on my temple
and a hole in my head.
I could’ve been one of kings!

The shell of a boy
of the man that I used to be,
A monkey in a man suit!
I stand here as nothing to you.
Wind me up and watch me go.

Lay down your guns!
Cut me from ear to ear!
Eye for an eye!
The glass is long gone broken!

I walk this road alone,
No thanks to you.
I walk this road alone,
No thanks to you,
No thanks to you.

Load up your six-shot baby,
Put it to my head!
Pull the trigger,
Blank I’d figured!
Put it to me, dead!

Lay your guns down, let me die!
Why won’t you just let me die?
Lay your guns down, let me die!
Why won’t you just let me die?
Lay your guns down, let me die!

Scars don’t heal
when you keep cutting,
Always cutting,
Cutting deeper,
Always deeper!
‘Yeeha’
Scars don’t heal
when you keep cutting!

Sono stato una volta, può darsi,
forse, chissà un re dei cowboy

Mi vedo lì in attesa
sul ciglio della strada
Nessuna richiesta tranne
una borsa nera e i vestiti che ho addosso.
Nessun nome,
Nessuna storia,
Solo un bersaglio sulla mia tempia
e un buco nella mia testa.
Sarei potuto essere uno dei re!

Il guscio di un ragazzo,
dell’uomo che ero,
Una scimmia vestita da uomo!
Sono qui ma per te non sono nulla.
Fammi incazzare e guardarmi andare via.

Posa le armi.
Sgozzami da orecchio a orecchio.
Occhio per occhio!
Il vetro è rotto da tanto tempo.

Cammino per questa strada da solo,
Non grazie a te,
Cammino per questa strada da solo,
Non grazie a te,
Non grazie a te.

Carica la tua sei colpi, piccola,
Puntamela alla testa!
Premi il grilletto,
A salve, avrei pensato!
Puntamela addosso, morto!

Deponi le armi, lasciami morire!
Perché non mi lasci morire e basta?
Deponi le armi, lasciami morire!
Perché non mi lasci morire e basta?
Deponi le armi, lasciami morire!

Le cicatrici non guariscono
quando tu continui a tagliarle,
Sempre a tagliare,
Sempre più in profondità,
Sempre di più!
‘Yeeha’
Le cicatrici non guariscono
quando tu continui a tagliarle!

Tags: - 235 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .