Potter’s field – Anthrax

Potter’s field (Il cimitero dei poveri) è la traccia che apre il sesto album degli Anthrax, Sound of White Noise, pubblicato il 25 maggio del 1993.

Formazione Anthrax (1993)

  • John Bush – voce
  • Scott Ian – chitarra
  • Dan Spitz – chitarra
  • Frank Bello – basso
  • Charlie Benante – batteria

Traduzione Potter’s field – Anthrax

Testo tradotto di Potter’s field (Bush, Ian, Bello, Benante) degli Anthrax [Elektra]

Potter’s field

I was told to love you
I was told to try
I was born to save you
I was born to die
I’ll always be your scapegoat
You’ll never take the blame
You never had a chance
It was your soul to save
I am your one night nightmare
Pain is all you see
The blood is on your hands
I hope you’re proud of me

I was told to love you
I learned how to hate
I was born to save you
Your choice became your fate
You can’t take care of yourself
How could you care for me?
I am your retribution
When is my soul free?
I never asked for mercy
You told me to forgive
The blood is on your hands
I hope your proud of me
And what I’ve done to set you free
I can barely hold myself

Fascination, stimulation,
stronger as I learn
By his hand, I understand
I was told to burn

Bastard son, your saving grace
Left alone I found my place
I find love in what I steal
You should of left me rest in Potters Field
I was told to…I was told to…

Your beliefs turned me into this
Bite the hand that feeds, you’re so selfish
Thank you mother for giving me this life
I’ll bring down the rapture
Then we’ll see who lies

Il cimitero dei poveri

Mi è stato detto di volerti bene
Mi è stato detto di provarci
Sono nato per salvarti
Sono nato per morire
Sarò sempre il tuo capro espiatorio
Non dovrai mai prenderti la colpa
Non hai mai avuto un’opportunità
Era la tua anima che ti salvava
Io sono il tuo incubo di una notte
Tutto ciò che vedi è il dolore
C’è del sangue sulle tue mani
E spero che tu sia orgogliosa di me

Mi è stato detto di volerti bene
Ho imparato ad odiare
Sono nato per salvarti
Le tue scelte sono diventate il mio destino
Non riesci a prenderti cura di te stessa
Come potresti prenderti cura di me?
Sono il tuo castigo
Quando libererai la mia anima?
Non ho mai chiesto pietà
Mi hai detto di perdonare
C’è del sangue sulle tue mani
E spero che tu sia orgogliosa di me
E a causa di ciò che ho fatto per liberarti
Riesco a malapena a controllarmi

Fascino, stimolazione,
divento più forte mentre imparo
Grazie a questa mano capisco
Che mi è stato detto di bruciare

Il tuo pregio è quello di essere un figlio bastardo
Quando mi hai lasciato mi sono trovato una casa
Ho trovato l’amore in ciò che rubo
Avresti dovuto lasciarmi nel cimitero dei poveri
Mi era stato detto di… Mi era stato detto di…

La tua fede mi ha trasformato in ciò che sono
Mordi la mano che ti aiuta, sei così egoista
Grazie, madre, per avermi dato questa vita
Fermerò l’estasi
E vedremo chi sta mentendo

Tags: - 143 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .