Raped in hatred by vines of thorn – The Black Dahlia Murder

Raped in hatred by vines of thorn (Stuprata nell’odio dai vitigni del tormento) è la traccia numero quattro del sesto album dei The Black Dahlia Murder, Everblack, pubblicato l’11 giugno del 2013.

Formazione The Black Dahlia Murder (2013)

  • Trevor Strnad – voce
  • Ryan Knight – chitarra
  • Brian Eschbach – chitarra
  • Max Lavelle – basso
  • Alan Cassidy – batteria

Traduzione Raped in hatred by vines of thorn – The Black Dahlia Murder

Testo tradotto di Raped in hatred by vines of thorn (Strnad) dei The Black Dahlia Murder [Metal Blade]

Raped in hatred by vines of thorn

Dense dark forest, dismal fog.
A spectral force perverts these woods.
Flight prevails.
Frantic escape.
The unearthly horrors,
at each turn they wait.

Wandering roots, they creak and move,
slithering toward
what mortal life intrudes.
Terrified eyes opened wide.
Ensnare her flailing limbs.
To the earth they are tightly tied.

Raped in hatred by vines of thorn,
by the evil dead
to ribbons ripped and torn.
Raped in hatred by vines of thorn,
pierced from within.
Her child is skewered unborn.
Raped in hatred by vines of thorn.
Twisted in halves
in this gruesome tug-of-war.
Raped in hatred by vines of thorn.
Flora possessed suckling the gore.

Untamed kudzu green cocoon.
Trapped inside.
Her flesh, their food.
Death prevails.
Gnarled roots entwine
syphon the marrows
from her splintered spine.

Animate trees shuffle their roots,
gathering around this late night rendezvous.
Murderous orgy in full bloom.
Her screams, they cut the fog this night.
On sheer terror the seedlings thrive.

Raped in hatred by vines of thorn.
Behold the wrath of the Necronomicon.
Raped in hatred by vines of thorn.
Lancing her womb,
the child inside is gorged.
Raped in hatred by vines of thorn.
Broken in two.
Entwined within the growth.
Raped in hatred by vines of thorn.
Necrotized demonic spores.

You brought this all unto yourselves.
Should not have tampered with this hell.
Opening the book, your last mistake.
These haunted woods shall be thine grave.

Raped in hatred by vines of thorn,
by the evil dead
to ribbons ripped and torn.
Raped in hatred by vines of thorn,
pierced from within.
Her child is skewered unborn.
Raped in hatred by vines of thorn.
Twisted in halves
in this gruesome tug-of-war.
Raped in hatred by vines of thorn.
Flora possessed suckling the gore.

Stuprata nell’odio dai vitigni del tormento

Una densa foresta buia, una fosca nebbia.
Una spettral potenza travia queste selve.
Predomina il volo.
Fuga irrequieta.
Gl’orrori soprannaturali,
ad ogni angolo essi attendon.

Dilaganti radici, esse stridon e avanzano,
strisciando verso ciò
in cui s’intromette la vita mortale.
Terrorizzati occhi spalancati.
I suoi arti avvinghiati.
Alla terra essi son saldamente vincolati.

Stuprata nell’odio dai vitigni del tormento,
dagli iniqui morti
sino ai nastri straziati e laceri.
Stuprata nell’odio dai vitigni del tormento,
perforata dall’interno.
Il suo piccolo è trafitto ancor innato.
Stuprata nell’odio dai vitigni del tormento.
Rivoltata a metà
in questo raccapricciante tiro alla fune.
Stuprata nell’odio dai vitigni del tormento.
Una posseduta flora che s’allatta col sangue.

Indomito kudzu dal verde bozzolo.
Intrappolata al suo interno.
La sua carne, il loro nutrimento.
La morte prevale.
Nodose radici intrecciate
s’approprian del midollo
dalla sua dorsal spina frantumata.

Arbusti animati mescolano le lor radici,
riunendosi questa tarda notte in un rendezvous.
Omicida orgia in piena fioritura.
Le sue urla, esse taglian la nebbia stanotte.
Nell’assoluto terrore le piantine prosperano.

Stuprata nell’odio dai vitigni del tormento.
Osservate l’ira del Necronomicon.
Stuprata nell’odio dai vitigni del tormento.
Trafiggendo il suo utero,
il feto al suo interno è divorato.
Stuprata nell’odio dai vitigni del tormento.
Spezzata in due.
Avvolta nella crescita.
Stuprata nell’odio dai vitigni del tormento.
Necrotiche spore demoniache.

Avete spinto tutto ciò contro voi stessi.
Non avreste dovuto alterare questo inferno.
Aprire il libro, il vostro ultimo sbaglio.
Questi infestati boschi saranno la vostra tomba.

Stuprata nell’odio dai vitigni del tormento,
dagli iniqui morti
sino ai nastri straziati e laceri.
Stuprata nell’odio dai vitigni del tormento,
perforata dall’interno.
Il suo piccolo è trafitto ancor innato.
Stuprata nell’odio dai vitigni del tormento.
Rivoltata a metà
in questo raccapricciante tiro alla fune.
Stuprata nell’odio dai vitigni del tormento.
Una posseduta flora che s’allatta col sangue.

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags: - 96 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .