Razorblade sigh – Gamma Ray

Razorblade sigh (Il sospiro della lama affilata) è la traccia numero due del sesto album dei Gamma Ray, Power Plant, pubblicato il 29 marzo del 1999.

Formazione Gamma Ray (1999)

  • Kai Hansen – voce, chitarra
  • Henjo Richter – chitarra, tastiere
  • Dirk Schlächter – basso
  • Dan Zimmermann – batteria

Traduzione Razorblade sigh – Gamma Ray

Testo tradotto di Razorblade sigh (Hansen) dei Gamma Ray [Sanctuary]

Razorblade sigh

Out of the valley of death,
the man turns his back
Stares up to the hills,
his eyes burning red
He licks his palm,
with brown dried blood
Turns, grinning teeth,
up to his lord

The darkness of the night
turns bright at his cry,
So quiet but deadly
Burning deep within,
and now he will begin
He cries out
to his lord forevermore

It’s the razorblade sigh,
shooting up to the sky
Blood on the wings, one of the kings
There’s a burning within,
when the storm closes in
He is one of a kind,
in the hands of time
Razorblade

His raging fire
burns you with desire
As you’re taken down
into his gravity
He wants you now,
into his masterplan
And he’ll be taking you
into his dignity

Tires are burning
on the way through hell
Fallen angel set me free
Wheels are turning, take me far below
Holding out my hands in victory

It’s the razorblade sigh,
shooting up to the sky
Blood on the wings, one of the kings
There’s a burning within,
as the storm closes in
He is one of a kind,
in the hands of time
Razorblade, Razorblade

Death angel is coming,
you see him ride across the land
Time in his hands

The darkness of the night
turns bright at his cry
It’s burning deep within
He cries for more

As I awake,
at the end of the road there’s a rainbow
Slowly he’ll fade,
the dawning of time
On the wings of the razor…

As I awake,
at the end of the road there’s a rainbow
Slowly he’ll fade away,
the dawning of time
On the wings of the razorblade

Il sospiro della lama affilata

Fuori dalla valle della morte
l’uomo volta le spalle
guarda verso le colline,
i suoi occhi sono rosso fuoco
si lecca il palmo della mano,
rosso di sangue rappreso
si volta, sogghignando,
verso il proprio signore.

L’oscurità della notte
diventa luce al suo pianto,
così quieto ma mortale
bruciando nel profondo,
e adesso inizierà,
grida per sempre
rivolto al suo signore

È il sospiro della lama affilata
sparato sino al cielo,
sangue sulle ali, uno dei re,
c’è un incendio dentro,
quando la tempesta avvolge.
Lui è uno di quelli,
nelle mani del tempo
Lama affilata

Il suo fuoco rabbioso
ti brucia con brama
quando sei attratto
dalla sua campo di gravità.
Ti vuole adesso,
nel suo progetto,
e ti prenderà
sotto il suo potere.

Le gomme bruciano
nella strada verso l’inferno,
angelo caduto liberami.
Le ruote girano, portami sotto
stringendo le mie mani nella vittoria.

È il sospiro della lama affilata
sparato sino al cielo,
sangue sulle ali, uno dei re,
c’è un incendio dentro,
quando la tempesta avvolge.
lui è uno di quelli,
nelle mani del tempo
Lama affilata, lama affilata

L’angelo della morte sta arrivando,
lo vedi attraversare la terra,
il tempo è nelle sue mani.

L’oscurità della notte
diventa luce al suo pianto
brucia nel profondo,
chiede qualcosa di più

Quando mi sveglio
alla fine della strada c’è un arcobaleno
lentamente lui scompare,
all’alba del tempo
sulle ali della lama affilata…

Quando mi sveglio
alla fine della strada c’è un arcobaleno
lentamente lui scompare,
all’alba del tempo
sulle ali della lama affilata.

Tags: - 187 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .