Scene one: regression – Dream Theater

Scene one: regression (Scena uno: degressione) è la traccia che apre il quinto album dei Dream Theater, Metropolis Pt. 2: Scenes from a Memory, pubblicato il 26 ottobre del 1999.

Formazione Dream Theater (1999)

  • James LaBrie – voce
  • John Petrucci – chitarra
  • Jordan Rudess – tastiere
  • John Myung – basso
  • Mike Portnoy – batteria

Traduzione Scene one: regression – Dream Theater

Testo tradotto di Scene one: regression (Petrucci) dei Dream Theater [Elektra]

Siamo ad una seduta di ipnoterapia, il protagonista (che si chiama Nicholas) va a fare una seduta da uno specialista che lo ipnotizza e nel frattempo la sua mente subconscia inizia a spaziare nel tempo per raggiungere di nuovo il passato. E a mano a mano che la “scena” diventa più nitida a lui sembra come guardare la sua vita in uno schermo e a quel punto saluta Victoria…

Scene one: regression

[H:]
“Close your eyes and begin to relax.
Take a deep breath,
and let it out slowly.
Concentrate on your breathing.
With each breath you become more relaxed.
Imagine a brilliant
white light above you,
focusing on this light as
it flows through your body.
Allow yourself to drift off
as you fall deeper and
deeper into a more relaxed state of mind.
Now as I count backward from ten
to one, you will fill more peaceful, and calm.
Ten. Nine. Eight. Seven. Six.
You will enter a safe place
where nothing can harm you.
Five. Four. Three. Two.
If at any time you need to come back,
all you must do is open your eyes. One.”

[Nicholas:]
Safe in the light that surrounds me
Free of the fear and the pain
My subconscious mind
Starts spinning through time
To rejoin the past once again

Nothing seems real
I`m starting to feel
Lost in the haze of a dream

And as I draw near
The scene becomes clear
Like watching my life on a screen

Hello Victoria so glad to see you
My friend

Scena uno: degressione

Ipnoterapista:
“Chiudi gli occhi ed inizia a rilassarti.
Fai un respiro profondo,
ed espira lentamente.
Concentrati sulla tua respirazione.
Con ogni respiro diventi più rilassato.
Immagina una brillante luce
bianca sopra di te,
e focalizzala mentre
scorre nel tuo corpo.
Permettiti di scivolare via
mentre cadi sempre più
profondamente in uno stato mentale più rilassato.
Ora mentre conto alla rovescia da dieci
a uno ti senti più in pace, e calmo.
Dieci. Nove. Otto. Sette. Sei.
Entrerai in un posto sicuro
dove niente può farti del male.
Cinque. Quattro. Tre. Due.
Se in qualsiasi momento devi tornare indietro,
tutto ciò che devi fare è aprire i tuoi occhi. Uno.”

[Nicholas:]
Sicuro nella luce che mi circonda
Libero dalla paura e dal dolore
Il subconscio della mia mente
Inizia a spaziare nel tempo
Per rincontrarsi con il passato ancora una volta.

Niente sembra vero
Sto iniziando a sentire emozioni
Perso nella foschia di un sogno

E mentre mi avvicino
La scena si schiarisce
Come se guardassi la mia vita su di uno schermo

Ciao Victoria, sono così felice di vederti
Amica mia

Tags: - 4.434 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .