Regular people (conceit) – Pantera

Regular people (Gente normale) è la traccia numero nove del sesto album dei Pantera, Vulgar Display of Power, pubblicato il 25 febbraio del 1992.

Formazione Pantera (1992)

  • Phil Anselmo – voce
  • Rex Brown – basso
  • Darrell Abbott – chitarra
  • Vinnie Paul – batteria

Traduzione Regular people (conceit) – Pantera

Testo tradotto di Regular people (conceit) (Anselmo, Brown, Abbot, Paul) dei Pantera [Atco]

Regular people (conceit)

I’ve trampled on that road
That you think you own
You have that “smart ass” attitude
It’s time to stop the fiction

I live it every day
While your mind’s far away
I’m out here putting pride on the line
And you case on me with pure respect
One chance at one thing
Hard time is coming
My time, your pain
I reign on you

You think you own
I take away
Take it with me
You think you own
I took away
Made it my own

Most regular people
would say it’s hard
And any streetwise son of a bitch knows
Don’t fuck with this

The so many times
You practice in your mirror
To be just like me
But you just can’t see
You ain’t got the balls, son

I fight for love of brother
Your friends fight one another
You can’t see because
your head’s up your ass
And just in case you think you’re bad
I crush your rush
I rule YOU fool
I’m immovable stone
in your world of weak
I speak

You think you own
I take away
Take it with me
You think you own
I took away
Made it my own

Most regular people
would say it’s hard
And any streetwise son of a bitch knows
Don’t fuck with this

Gente normale (concetto)

Ho camminato lungo quella strada
Che pensi sia tua
Hai quell’attitudine da “cog##ne intelligente”
È ora di fermare la finzione

Io la vivo ogni giorno
Mentre la tua mente è lontana
Sono qua fuori, e sto mettendo in gioco l’orgoglio
E tu ti riconnetti a me con il puro rispetto
C’è solo un’opportunità per fare una cosa
I tempi duri stanno arrivando
Il mio tempo, il tuo dolore
Regno su di te

Pensi di possederla
E io la porto via
La porto con me
Pensi di possederla
E io l’ho portata via
E l’ho fatta mia

La maggior parte della gente normale
direbbe che è dura
E ogni figlio di puttana di strada sa che
Non bisogna scherzare in questa situazione

Fai pratica guardandoti allo specchio
Così tante volte
Per assomigliare a me
Ma non riesci a capire
Che non hai le palle, figliolo

Io combatto per l’amore dei fratelli
E i tuoi amici combattono altre persone
Non riesci a capire perché
hai la testa infilata su per il buco del culo
E solo se ti sentissi male
Io fermerò la tua corsa
Io regno, stupido
Sono la pietra irremovibile
nel tuo debole mondo
e io parlo

Pensi di possederla
E io la porto via
La porto con me
Pensi di possederla
E io l’ho portata via
E l’ho fatta mia

La maggior parte della gente normale
direbbe che è dura
E ogni figlio di puttana di strada sa che
Non bisogna scherzare in questa situazione

Tags: - 1.311 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .