Releasing Surtur’s fire – Amon Amarth

Releasing Surtur’s fire (Rilasciando il fuoco di Surtur) è la traccia numero nove del terzo album degli Amon Amarth, The Crusher, pubblicato l’8 maggio del 2001. Surtur è, nella mitologia norrena, uno dei “Figli di Múspell”, un gigante del fuoco. Si dice che, con la sua spada di fiamma, stia a guardia di Múspellsheimr, l’ardente regno che si trova all’estremo sud del mondo.

Formazione Amon Amarth (2001)

  • Johan Hegg – voce
  • Olavi Mikkonen – chitarra
  • Johan Soderberg – chitarra
  • Ted Lundstrom – basso
  • Fredrik Andersson – batteriae

Traduzione Releasing Surtur’s fire – Amon Amarth

Testo tradotto di Releasing Surtur’s fire degli Amon Amarth [Metal Blade]

Releasing Surtur’s fire

He’s riding down ‘cross a field
but nothing is the same
This place he knew as Hammerfest
When the old Gods reigned
The army of demons rides
By his side with weapons drawn
Today is the day
When Ragnarok will be spawned

There lies the mountain
where the temple once stood
Where eons ago he arose
to spill their christian blood

Stuck in the rock is a golden ring
That yet noone’s dared to touch
The legend has it it’s where
the Crusher once struck

He pulls the hammer from the mountain’s grip
The sign for demons to attack
He’s been called upon to arise
and he won’t spare a single life
No, Thor (won’t) spare a single soul,
nor let them get away alive
They strike down on the world
with overwhelming force
All resistance is brutally crushed,
crushed without remorse
Dark angels descend
to join the bloodfight
The slaughter brings them on,
see Odin’s Valkyries ride

The battle of Midgard is almost won
And the thousand years of tyranny
will be forever gone
Soon a new world will be born
rising from the Sea
Where Asagods again shall reign
and humans will be free

He rides once more upon
the black mountain of doom
Holding firm the crusher of giants’ bones
He lets the hammer strike,
now everything will burn
As Surtur’s fire is released
upon the world

Rilasciando il fuoco di Surtur

Sta cavalcando attraverso un campo
ma niente è lo stesso
Questo luogo che conosceva come Hammerfest
quando i vecchi Dei regnavano
Le armate di demoni cavalcano
al suo fianco con le armi sguainate
Oggi è il giorno
in cui il Ragnarok verrà generato

Lì si trova la montagna
dove una volta sorgeva il tempio
dove secoli fa lui sorse
per versare il loro sangue cristiano

Bloccato nella roccia è un anello d’oro
che ancora nessuno ha osato toccare
La leggenda vuole che sia dove
il distruttore una volta ha colpito

Tira fuori il martello dalla presa della montagna
il segnale per l’attacco dei demoni
È stato chiamato per apparire
e non risparmierà una singola vita
No, Thon non risparmierà una singolo anima
neppure le lascerà scappare vive
Colpiranno il mondo
con una forza travolgente
Ogni resistenza viene brutalmente schiacciata
schiacciata senza rimorsi
Angeli oscuri scendono
per unirsi alla sanguinosa lotta
Il massacro continua
vedi cavalcare le Valchirie di Odino

La battaglia di Midgard è quasi vinta
e i mille anni di tirannia
saranno finiti per sempre
Presto nascerà un nuovo mondo
che sorgerà dal mare
Dove regneranno ancora gli Æsir
e gli umani saranno liberi

Lui cavalca ancora una volta la
montagna nera del fato
Tenendo fermo il frantuma ossa dei giganti
Lui lascia che il suo martello colpisca
ora ogni cosa brucerà
mentre il fuoco di Surtur viene rilasciato
sul mondo

Tags: - 59 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .