Resign to surrender – Epica

Resign to surrender (Arrenditi alla disfatta) è la traccia numero due del quarto album degli Epica, Design your Universe, pubblicato il 3 novembre del 2009.

Formazione degli Epica (2009)

  • Simone Simons – voce
  • Mark Jansen – voce scream e growl, chitarra
  • Isaac Delahaye – chitarra
  • Yves Huts – basso
  • Ariën Van Weesenbeek – batteria
  • Coen Janssen – tastiere

Traduzione Resign to surrender – Epica

Testo tradotto di Resign to surrender (Jansen, Jack Driessen, Simons, Delahaye) degli Epica [Nuclear Blast]

Resign to surrender

Can’t move an inch
But for the act to
Leave fingerprints.
Freedom farewell!
Look in the lens.
Answer the questions.
Are you a threat?

Nec plus ultra [No further]
After all the grabbing,
it’s time to bite the dust
Leave behind the breaches of my trust
Cleaning up the mess is up to us

Non plus ultra [No further]
Now that all hands are tied
We’re panic stricken
Wealth out of sight
Demolition, the damaged pride

The price of ambition
Nec plus ultra [No further]

The current system leads
to profit seeking deeds
Leave behind
the traces of our blood
Now the course for change
is up to us
Non plus ultra [No further]

Now that all hands are tied,
We’re panic stricken,
Wealth out of sight.
Demolition, the damaged pride,
The price of ambition.

Access is now denied
We’re panic stricken
Wealth out of sight
Intuition, forgotten guide
The price of suppression

Terre eos
vi augearis
Perde eos vi
Nobis imperium

Can’t move an inch
But for the act to
Leave fingerprints.
Freedom farewell!
Look in the lens.
Answer the questions.
Will you behave as required?

When we think the end is here
With nearly all faith gone.
There is hope along the way
And there are new age dawns.

“None are more hopelessly enslaved
than those who falsely believe that they are free.”
[Goethe]

Nobis victoria.
Non plus ultra

Now that all hands are tied
We’re panic stricken
Wealth out of sight
Demolition, the damaged pride
The Price of Ambition

Access is now denied
We’re panic stricken
Wealth out of sight
Intuition, forgotten guide
The price of suppression

Can’t move an inch
But for the act to
Leave fingerprints.
Freedom farewell!
Look in the lens.
Answer the questions.
Will you behave as required?

When we think the end is here,
With nearly all faith gone,
There is hope along the way
And there a new age dawns.

When we think the end is here
And our faith will disappear!
When we think (when we think)
The end is here (the end is near)
And our faith will disappear!

Chasing our addictions,
we’re stunting our growth.
Once we get rid of this ballast,
we’ll be able to
Restore the balance
and distribute our wealth.

Arrenditi alla disfatta

Non posso muovermi
Tranne che per
lasciare le impronte digitali
Addio libertà
Guarda nell’obiettivo
Rispondi alle domande
Sei una minaccia?

Niente più che questo
Dopo tutto quell’arraffare,
è giunto il momento di mangiare la polvere
Di lasciarmi alle spalle l’abuso della mia fiducia
Ripulire tutto questo caos dipende da noi

Niente più che questo
Ora che tutte le mani sono legate
Siamo colti dal panico
Il benessere è una visione lontana
La distruzione dell’orgoglio ferito

Il prezzo dell’ambizione
Niente più che questo

L’attuale sistema porta
ad azioni che cercano il profitto
Lasciando dietro di sé
le tracce del nostro sangue
Ora, trovare la strada del cambiamento
dipende solo da noi.
Niente più che questo

Adesso l’accesso è negato
Siamo colti dal panico
Il benessere è una visione lontana
L’intuito, una guida dimenticata
Il prezzo della repressione

L’accesso è ora negato
Siamo preda al panico
Non si vede il benessere
Intuizione, una guida dimenticata
Il prezzo della soppressione

Terrorizzali con la violenza
Sii privato con la violenza
Da coloro da cui ti sei arricchito
A noi il comando

Non posso muovermi
Tranne che per
lasciare le impronte digitali
Addio libertà
Guarda nell’obiettivo
Rispondi alle domande
Ti comporterai come richiesto?

Quando pensiamo che la fine sia vicina
Con la fede quasi svanita
Lungo il cammino apparirà la speranza
E da lì sorgerà una nuova era

Nessuno è più schiavo
di colui che si ritiene libero senza esserlo
(Goethe)

A noi la vittoria
Niente più che questo

Adesso che tutte le mani sono legate
Siamo in preda al panico
Non si vede il benessere
Demolizione, l’orgoglio danneggiato
Il presso dell’ambizione

L’accesso è ora negato
Siamo preda al panico
Non si vede il benessere
Intuizione, una guida dimenticata
Il prezzo della soppressione

Non posso muovermi
Tranne che per
lasciare le impronte digitali
Addio libertà
Guarda nell’obiettivo
Rispondi alle domande
Ti comporterai come richiesto?

Quando pensiamo che la fine sia vicina
E tutta la nostra fede svanirà
C’è speranza lungo il cammino
E c’è una nuova era albeggia.

Quando pensiamo che la fine si vicina
e la nostra fede scomparirà!
Quando pensiamo (quando pensiamo)
che la fina è vicina (la fine è vicina)
e la nostra fede scomparirà!

Nell’inseguire le nostre dipendenze
stiamo arrestando la nostra crescita
Una volta liberi da questa zavorra
saremo in grado di
Restaurare l’equilibrio
e ridistribuire le ricchezze

Tags: - 537 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .