Roses to no one – Edguy

Roses to no one (Rose a nessuno) è la traccia numero otto dell’album Savage Poetry degli Edguy. L’album fu autoprodotto nel 1995, poi nel 2000 venne ristampato da AFM Records.

Formazione Edguy (2000)

  • Tobias Sammet – voce, tastiere
  • Jens Ludwig – chitarra
  • Dirk Sauer – chitarra
  • Tobias ‘Eggi’ Exxel – basso
  • Felix Bohnke – batteria

Traduzione Roses to no one – Edguy

Testo tradotto di Roses to no one (Sammet) degli Edguy [AFM]

Roses to no one

I’m feeling this time
As bad as never before
A bleeding wag is fading away
Once you needed me
For spending delight
But below this funny mask
There’s a crying face

The way that I smile
is the way that I cry
But you’ll never realize
My reputation is the one of a fool
Now watch how poet dies
Hear his cries

And I dedicate my roses to no one
Cause there is no mind
to help me to see
The reason we need
A light for the lonesome
And no one to drink
The blood that I bleed

The poet inside,
wasn´t giving a chance
so we had to lived apart
And I realized
my best friend am I
And not those parasites
Who try to stare into my heart

The way that I feel
is the way that I heal
My body and soul and my life
And I know you just think I’m a fool
Now watch how a poet flies, see him rise

And I dedicate my roses to no one
Cause there is no mind
to help me to see
The reason we need
A light for the lonesome
And no one to drink
The blood that I bleed

Rose a nessuno

Questa volta mi sento
male come mai prima
Un burlone sanguinante sta svanendo
Una volta avevi bisogno di me
per trascorrere del tempo piacevole
ma sotto questa divertente maschera
c’è un viso che piange

Il modo in cui sorrido
è il modo in cui piango
ma tu non lo capirai mai
La mia reputazione è quella di un pazzo
Ora guarda come muore un poeta
Ascolta le sue grida

E dedico le mie rose a nessuno
perchè non c’è nessuno
ad aiutarmi a vedere
la ragione di cui abbiamo bisogno
un luce per il solitario
e nessuno per bere
il sangue che ho versato

Il poeta che avevo dentro
non ha avuto una possibilità
perciò abbiamo vissuto in disparte
ed ho capito
che il mio miglior amico sono io
E non quei parassiti
che provano a guardare dentro il mio cuore

Il modo in cui mi sento
è il modo in cui guarisco
il mio corso, la mia anima e la mia vita
E so che tu pensi che io sia solo uno sciocco
Ora guarda come vola un poeta, guardalo alzarsi

E dedico le mie rose a nessuno
perchè non c’è nessuno
ad aiutarmi a vedere
la ragione di cui abbiamo bisogno
un luce per il solitario
e nessuno per bere
il sangue che ho versato

Tags:, - 567 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .