Runes to my memory – Amon Amarth

Runes to my memory (Rune alla mia memoria) è la traccia numero due del sesto album degli Amon Amarth, With Oden on Our Side, pubblicato il 22 settembre del 2006.

Formazione Amon Amarth (2006)

  • Johan Hegg – voce
  • Olavi Mikkonen – chitarra
  • Johan Söderberg – chitarra
  • Ted Lundström – basso
  • Fredrik Andersson – batteria

Traduzione Runes to my memory – Amon Amarth

Testo tradotto di Runes to my memory  degli Amon Amarth [Metal Blade]

Runes to my memory

We rode the rivers of the Eastern trail,
Deep in the land of the Rus’.
Following the wind in our sails,
And the rhythm of the oars.
No shelter in this hostile land,
Constantly on guard.
Ready to fight and defend
Our ship ‘til the bitter end.

We came under attack,
I received a deadly wound.
A spear was forced into my back
Still I fought on.

When I am dead,
Lay me in a mound.
Raise a stone for all to see
Runes carved to my memory

Now here I lay on the river bank
A long, long way from home
Life is pouring out of me
Soon I will be gone.

I tilt my head to the side
And think of those back home
I see the river rushing by
Like blood runs from my wound.

Here I lie on wet sand,
I will not make it home.
I clinch my sword in my hand,
Say farewell to those I love.

When I am dead,
Lay me in a mound.
Place my weapons by my side
For the journey to Hall up high

When I am dead,
Lay me in a mound.
Raise a stone for all to see
Runes carved to my memory

Rune alla mia memoria

Abbiamo percorso i fiumi del sentiero orientale
addentrandoci nelle terre dei russi
Seguendo il vento nelle nostre vele
ed il ritmo dei remi
Nessun rifugio in questa terra ostile,
Costantemente in guardia
sempre pronti a combattere e difendere
le nostre navi fino all’amara fine

Siamo stati sotto attacco
sono stato ferito mortalmente
una lancia si è conficcata nella mia schiena
mentre ancora stavo combattendo

Quando sarò morto
Disponetemi in un tumulo
Sollevate una pietra che tutti possano vedere
Rune incise alla mia memoria

Adesso sdraiato sulla riva del fiume
un lungo, lungo viaggio verso casa
la vita mi sta abbandonando
presto sarò morto.

Inclino la testa di lato
e penso a chi ho lasciato a casa
vedo il fiume scorrere impetuoso
mentre il sangue esce dalle mia ferita

Qui sono steso sulla sabbia bagnata
Non sarà la mia dimora
Stringo forte la mia spada tra le mani
Dico addio a coloro che amo.

Quando sarò morto
Disponetemi in un tumulo
Mettete le mie armi al mio fianco
per il viaggio verso la grande sala del cielo

Quando sarò morto
Disponetemi in un tumulo
Sollevate una pietra che tutti possano vedere
Rune incise alla mia memoria

Tags: - 693 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .