Seven days of May – Testament

Seven days of May (Sette giorni di maggio) è la decima e ultima traccia del quinto album dei Testament, Souls of Black, uscito il 9 ottobre 1990.

Formazione dei Testament (1990)

  • Chuck Billy – voce
  • Eric Peterson – chitarra
  • Alex Skolnick – chitarra
  • Greg Christian – basso
  • Louie Clemente – batteria

Traduzione Seven days of May – Testament

Testo tradotto di Seven days of May (Billy, Peterson, Skolnick) dei Testament [Atlantic]

Seven days of May

Put your life on the line
To hesitate is a waste of time
No giving in to repent
Unto the system of the government

It’s called the People’s Republic here
The propaganda so sincere
Oh, what a joke and a blatant lie
From criminals ranking high

Born a political prisoner
Raised outside of the law
I’m gonna keep on fighting
Until I die for the cause

Put an end to hypocrisy
Lead the way to democracy
No longer will be play the fool
To brutalized military rule

They started forty years ago
We never could say yes or no
Million souls make our voice
We want the right to make a choice

Born a political prisoner
Raised outside of the law
I’m gonna keep on fighting
Until I die for the cause

Freedom, freedom calling
Out from the pain
Freedom, freedom falling
Seven days of may

They tried to show a peaceful path
Then it turned into a bloom bath
In the square they plan the game
That’s when the thanks of the army came

They called the murders minimal
Described their victims as criminals
Dead souls like you and me
Who only wanted free society

Born a political prisoner
Raised outside of the law
I’m gonna keep on fighting
Until I die for the cause

Freedom, freedom calling
Out from the pain
Freedom, freedom falling
Seven days of may

Sette giorni di maggio

Metti in gioco la tua vita
Esitare è solo una perdita di tempo
Non arrenderti e non pentirti
Davanti al sistema governativo

Questa è chiamata “Repubblica della gente”
La propaganda è così sincera
Oh, che fregatura, che bugia spudorata
da criminali di alto rango

Sono nato prigioniero politico
Sono stato cresciuto al di fuori della legge
Continuerò a combattere
Finché non morirò per la mia causa

Mettiamo fine all’ipocrisia
Vi guiderò sulla strada verso la democrazia
Non si prenderanno più gioco di noi
E non potranno usare le loro brutali regole militari

Hanno iniziato quarant’anni fa
Non abbiamo mai potuto dire sì o no
Milioni di anime creano la nostra voce
Vogliamo il diritto di scegliere

Sono nato prigioniero politico
Sono stato cresciuto al di fuori della legge
Continuerò a combattere
Finché non morirò per la mia causa

La libertà, la libertà ci sta chiamando
Per fermare il nostro dolore
La libertà, la libertà sta fallendo
Le sette giornate di maggio

Hanno provato a mostrarci un percorso di pace
Ma poi l’hanno trasformato in un bagno di sangue
Preparano i loro piani in piazza
È da lì che vengono i carri armati dell’esercito

Hanno minimizzato gli omicidi
Hanno descritto le vittime come criminali
Le nostre anime sono morte
Solo perché volevamo una società libera

Sono nato prigioniero politico
Sono stato cresciuto al di fuori della legge
Continuerò a combattere
Finché non morirò per la mia causa

La libertà, la libertà ci sta chiamando
Per fermare il nostro dolore
La libertà, la libertà sta fallendo
Le sette giornate di maggio

Tags: - 170 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .