Smoking ruins – Ensiferum

Smoking ruins (Rovine fumanti) è la traccia numero sette del quarto album degli Ensiferum, From Afar, pubblicato il 9 settembre del 2009.

Formazione Ensiferum (2009)

  • Petri Lindroos — voce, chitarra
  • Markus Toivonen — chitarra, voce
  • Sami Hinkka — basso, voce
  • Janne Parviainen — batteria
  • Emmi Silvennoinen — tastiere

Traduzione Smoking ruins – Ensiferum

Testo tradotto di Smoking ruins (Hinkka, Toivonen) degli Ensiferum [Spinefarm]

Smoking ruins

For many years ago
He left his home behind.
No farewells or a note,
Like a thief he fled into the night.

Heart full of foolish pride,
He caused a death of his clans man
All prophesies he denied,
And now in exile he grieves.

Hear the call of the fallen ones
Wisdom of those whose time has gone
Live your life bravely
my first born son,
On battlefields fight, don’t run.

The wheel of time keeps turning
A boy becomes a man.
But still shame burns him.
At last he understands.

He heads back to his homeland.
He rides fast like a storm wind
But the flames in the horizon,
Tell there is only death to be found.

By the smoking ruins of his past life.
He raises his hand to the skies,
“Oh god of thunder,
God of my fathers,
Strike me down for what I’ve done!”

Rovine fumanti

Molti anni fa
Ha lasciato la sua casa dietro.
Nessun addio o una nota,
Come un ladro fuggì nella notte.

Il cuore pieno di stupido orgoglio,
Ha causato la morte di un uomo della sua tribù
Tutte le profezie ha smentito
E ora in esilio si affligge.

Ascolta la chiamata dei caduti
La saggezza di coloro il cui tempo è passato
Vivi la vostra vita coraggiosamente
mio primogenito,
Combatti sul campo di battaglia, non fuggire.

La ruota del tempo gira ancora
Un ragazzo diventa uomo.
Ma la vergogna ancora lo brucia
Finalmente lo capisce.

Si dirige verso la sua patria.
Cavalca veloce come una tempesta di vento
Ma le fiamme all’orizzonte,
Dillo che c’è solo la morte da trovare.

Dalle rovine fumanti della sua vita passata.
Lui alza la sua mano al cielo,
“Oh Dio del tuono,
Dio dei miei padri,
Puniscimi per ciò che ho fatto”

* traduzione inviata da Tonio Dileo (guitar-tony)

Tags: - 95 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .