Snake eyes and sissies – Marilyn Manson

Snake eyes and sissies (Due ai dadi per i cacasotto) è la traccia numero undici del primo album dei Marilyn Manson, Portrait of an American Family, pubblicato il 19 luglio del 1994.

Formazione (1994)

  • Marilyn Manson – voce
  • Daisy Berkowitz – chitarra
  • Twiggy Ramirez – basso
  • Sara Lee Lucas – batteria
  • Madonna Wayne Gacy – tastiere, sax

Traduzione Snake eyes and sissies – Marilyn Manson

Testo tradotto di Snake eyes and sissies (Manson, Gacy, Berkowitz, Gein) dei Marilyn Manson [Nothing/Interscope]

Snake eyes and sissies

Wrench is just a household God
but I carry mine with pride
I don’t work but I can work
with it to split your smile
Run you down without a twitch,
your car’s just not as big as mine
Tear the son out of your bitch
and sprinkle your remains with lime

I ain’t no workin’ man,
I do the best I can
I got the devil’s hand, rollin’ sixes
I am the habit man,
I use up all I can
I got the slacker’s hand

My afternoon’s remote control,
daydream milk and genocide
Tranquility with broken knees,
silly putty enemies
Butter knife in your side
What I got I got for free,
middle finger technology
What’s yours is mine,
yours is mine, told you fucker
Yours is mine, snake eyes for sissies

I ain’t no workin’ man,
I do the best I can
I got the devil’s hand, rollin’ sixes
I am the habit man,
I use up all I can
I got the slacker’s hand

I am the pedophile’s dream
A messianic Peter Pan
Just a boy, just a boy,
just a little fuckin’ boy
I can never be a man

I ain’t no workin’ man,
I do the best I can
I got the devil’s hand, rollin’ sixes
I am the habit man,
I use up all I can
I got the slacker’s hand

I ain’t no workin’ man,
I do the best I can
I got the devil’s hand
I am the habit man,
I use up all I can
I got the slacker’s hand

Due ai dadi per i cacasotto

La chiave inglese è solo un dio domestico
ma io la porto con orgoglio
Non la uso ma posso usarla
per spaccarti il sorriso
Ti rincorro e afferro senza un sussulto,
la tua auto non è grossa come la mia
Strappa il figlio dalla tua tr##a
e cospargi i tuoi resti con la calce

Non sono un lavoratore,
faccio del mio meglio,
ho la mano del diavolo, coppia sei
Sono l’uomo della dipendenza,
consumo tutto ciò che posso
Ho la mano del fannullone

II telecomando del mio pomeriggio
Latte dei sogni ad occhi aperti e genocidio
Tranquillità con le ginocchia spezzate,
nemici di plastilina
Coltello da burro nel tuo fianco
Ciò che ho l’ho avuto gratis,
tecnologia da dito medio
Ciò che è tuo è mio,
tuo è mio, tè l’ho detto stronzo,
il tuo è mio, due ai dadi per i cacasotto

Non sono un lavoratore,
faccio del mio meglio,
ho la mano del diavolo, coppia sei
Sono l’uomo della dipendenza,
consumo tutto ciò che posso
Ho la mano del fannullone

Sono il sogno del pedofilo
Un Peter Pan messianico
Solo un ragazzo, solo un ragazzo,
solo piccolo fottuto ragazzo,
non sarò mai un uomo

Non sono un lavoratore,
faccio del mio meglio,
ho la mano del diavolo, coppia sei
Sono l’uomo della dipendenza,
consumo tutto ciò che posso
Ho la mano del fannullone

Non sono un lavoratore,
faccio del mio meglio,
ho la mano del diavolo, coppia sei
Sono l’uomo della dipendenza,
consumo tutto ciò che posso
Ho la mano del fannullone

Tags: - 115 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .