Steel of my axe – DoomSword

Steel of my axe (L’acciaio della mia ascia) è la traccia numero quattro del quarto album dei DoomSword, My Name Will Live On, pubblicato il 22 giugno del 2007. Il brano parla del borgo fortificato di Castelseprio (provincia di Varese), postazione difensiva nell’epoca delle invasioni barbariche intorno al IV secolo e raso al suolo nel 1287 dai milanesi.

Formazione Doomsword (2007)

  • Deathmaster – voce
  • The Forger – chitarra
  • Alessio Berlaffa – chitarra
  • Geilt – basso
  • WrathLord – batteria

Traduzione Steel of my axe – DoomSword

Testo tradotto di Steel of my axe dei DoomSword [Dragonheart]

Steel of my axe

Horns in the distance,
resound through the air
The trebuchet’s shape standst tall
Attack is imminent,
but I have no fear
I won’t be dethroned
As in 1282,
when flames reached the sky,
I am ready again to swing my axe
And sound the horn to charge the besiegers
The hunters are hunted again

I am born a king and will die a king
The blade of my axe is my witness
The deceivers’ blood paved
my way to the throne
Now I am here to stay!
God’s fire of hate and destruction
is here to kill,
But I shall triumph once again
by the steel of my axe!

I sharpened my blade for all these years
Waiting to take my revenge
The heads of those who tried to dethrone me
Will taste the cold steel, and then roll

I took my path,
my decisions are made
I now cheer with blood in my horn
I reign my kingdom,
your only choice to obey

Speak to my axe then to me
I am born a king and will die a king
The blade of my axe is my witness
Deceivers’ blood paves
my way to the throne
I am here to stay!

God’s fire of hate and destruction
is here to kill
I shall triumph once again
by the steel of my axe!
I hail this land, my kingdom again
No mercy for the deceivers
Axe at my side, my reign is of steel
As of steel is my pride

L’acciaio della mia ascia

Corni risuonano nella distanza
risuonano attraverso l’aria
Si staglia immensa l’immagine del trabucco.
L’attacco è imminente,
ma io non ho paura
di essere detronizzato.
Come nel 1282,
quando le fiamme raggiunsero il cielo,
io sono di nuovo pronto a impugnare la mia ascia
e a suonare il corno per caricare gli assedianti
i cacciatori sono cacciati di nuovo

Sono nato re e morirò re
la lama della mia ascia è la mia testimone.
Il sangue dei traditori costruì
la mia strada per il trono
ora sono qui per rimanervi!
Il fuoco del dio dell’odio e della distruzione
è qui per uccidere,
ma trionferò ancora una volta
grazie all’acciaio della mia ascia!

Ho affilato la mia lama per tutti questi anni
aspettando per prendermi la mia vendetta.
Le teste di coloro che tentarono di detronizzarmi
assaggeranno il freddo acciaio, e poi rotoleranno.

Ho intrapreso la mia strada,
le mie decisioni sono prese
adesso brindo con il sangue nel mio corno
io governo il mio regno,
puoi solo scegliere di obbedire

Rivolgiti alla mia ascia e poi a me
Sono nato re e morirò re
la lama della mia ascia è la mia testimone
il sangue dei traditori costruì
la mia strada per il trono
ora sono qui per rimanervi!

Il fuoco del dio dell’odio e della distruzione
è qui per uccidere,
ma trionferò ancora una volta
grazie all’acciaio della mia ascia!
Io saluto questa terra di nuovo mio regno
nessuna pietà per gli ingannatori
l’ascia al mio fianco, il mio regno è d’acciaio
come d’acciaio è il mio orgoglio.

Tags:, - 69 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .