Strange brew – Opeth

Strange brew (Uno strano intruglio) è la traccia numero otto del dodicesimo album degli Opeth, Sorceress, pubblicato il 30 settembre del 2016. Il brano è preceduto dalla semistrumentale The seventh sojourn (Il settimo soggiorno).

Formazione Opeth (2016)

  • Mikael Åkerfeldt – voce, chitarra
  • Fredrik Åkesson – chitarra
  • Martin Mendez – basso
  • Martin Axenrot – batteria
  • Joakim Svalberg – tastiere

Traduzione The seventh sojourn – Opeth

Testo tradotto di The seventh sojourn (Åkerfeldt) degli Opeth [Nuclear Blast]

The seventh sojourn

Hold me in your arms
Never do me harm
Never do me harm
Hold me in your arms

A raging sea in your eyes
Gives away your disguise
Grants me the peace to leave
And finally leave you be

Il settimo soggiorno

Stringimi tra le tue braccia
Non farmi mai del male
Non farmi mai del male
Stringimi tra le tue braccia

Nei tuoi occhi un mare tempestoso
Rivela il tuo travestimento
Assicurami la pace per andarmene
e finalmente ti lascerò stare.

Traduzione Strange brew – Opeth

Testo tradotto di Strange brew (Åkerfeldt) degli Opeth [Nuclear Blast]

Strange brew

An afternoon walk through the park
I keep to the shadows until it’s dark

I am not educated nor free of sin
I carry thoughts of giving in

There is a void surrounding me
No sound, and in the black I can not see
There is a chasm between you and me
You have no face, no body, no words to speak

There is a wickedness in me
I can’t seem to make it go away
I am a spiritual leper but I can see
A flock of believers gone astray

There’s eternal night in my gaze
I’m cast out and I am not like you
Find my way on through the haze
I’m liquefied in a strange brew

An early morn walk through the park
I look to the sun when it is cold and stark

I blend with the crowd of robot minds
Never a leader, I am always behind

A voice through the rain tells me I’m here
A glance from a veil brings me to tears
A voice through the rain tells me I’m here
A glance from a veil brings me to tears
A voice through the rain tells me I’m here
A glance from a veil brings me to tears

A voice through the rain tells me I’m here
A glance from a veil brings me to tears

Uno strano intruglio

Un pomeriggio cammino nel parco
Seguo le ombre finché fa buio

Non sono istruito né libero dal peccato
e mi porto dietro pensieri di darmi per vinto

C’è un vuoto che mi circonda
Nessun suono, e nel buio non posso vedere
C’è un abisso tra me e te
Tu non hai volto, corpo, ne parole da dire

C’è della malvagità in me
Sembra che non riesca a farla andare via
Sono un lebbroso spirituale ma posso vedere
una moltitudine di credenti sviati

C’è la notte eterna nel mio sguardo
Sono scacciato e non sono come te
Trovo la mia strada attraverso la nebbia
Sono liquefatto in uno strano intruglio

Una passeggiata mattutina attraverso il parco
Guado il sole quanto è gelido e brullo

Mi mescolo con la folla di menti meccaniche
Non sarò mai un leader, sono sempre dietro

Una voce nella pioggia mi dice che sono qui
Uno sguardo oltre il velo mi fa piangere
Una voce nella pioggia mi dice che sono qui
Uno sguardo oltre il velo mi fa piangere
Una voce nella pioggia mi dice che sono qui
Uno sguardo oltre il velo mi fa piangere

Una voce nella pioggia mi dice che sono qui
Uno sguardo oltre il velo mi fa piangere

Opeth - SorceressLe traduzioni di Sorceress

01.Persephone • 02.Sorceress • 03.The Wilde flowers • 04.Will o the wisp • 05.Chrysalis • 06.Sorceress 2 • 07.The seventh sojourn • 08.Strange brew • 09.A fleeting glance • 10.Era • 11.Persephone (slight return)

Tags: - 78 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .