Take one breath – Sonata Arctica

Take one breath (Fai un respiro) è la traccia numero tre dell’ottavo album dei Sonata Arctica, Pariah’s Child, pubblicato il 28 marzo del 2014.

Formazione Sonata Arctica (2014)

  • Tony Kakko – voce
  • Elias Viljanen – chitarra
  • Pasi Kauppinen – basso
  • Tommy Portimo – batteria
  • Henrik Klingenberg – tastiere

Traduzione Take one breath – Sonata Arctica

Testo tradotto di Take one breath (Kakko) dei Sonata Arctica [Nuclear Blast]

Take one breath

New human has seen the dawn of day,
Overcame the limitations
Of evolution by learning to apply
S-C-I in fi, you cry silence!
Science is blasphemy!

My brainchild, intermingle,
Come foretoken of trans-human
Already supersedes men like you and me
Transcending the old human… silence!
Sci-fi human, sci-fi human
Has arrived

Once upon a dream
I was to fall deep in a goldmine
I had a world within my reach
I had to choose between my life
And something, I can’t even see

Standing at the gates
of the evolutionary endpoint
Reaching for they key
we cannot yet see
High above the all
seeing eye of this reality

The lines we learn to fear
Dream safely in the distance
Sloly we become
the new species of tomorrow
Mankind lives or dies
by its boundless dreams

Once upon the future,
We’re gonna blame our evolution
For the lack of light
far behind in the sun
As we try to rise
on our self made burning wings

Take on breath, just take…
One breath away, the future, today

Take on breath, one breath…
Slip away from the dream, you’re awake

Take one breath
One last breath,
Prophesy, sci-fi pigs that fly

Take one breath,
One last breath,
Not faraway,
Pre-order your future today

Fai un respiro

Nuovi umani hanno visto l’alba del giorno,
Sormontano le limitazioni
Dell’evoluzione imparando ad applicare
F-A-N-T-A in scienza, tu gridi silenzio!
Scienza è blasfemia!

La mia creazione, mescolati
Vieni presagio dei transumani
Già rimpiazza uomini come me e te
Trascendendo i vecchi umani…silenzio!
Uomini fantascentifici, uomini fantascentifici
Sono arrivati

Una volta in sogno
Stavo per sprofondare in una miniera
Avevo un mondo ai limiti della mia portata
Dovevo scegliere tra la mia vita
E qualcosa, che non posso neanche vedere

In piedi ai cancelli
del punto finale evolutivo
Raggiungendo la chiave
che non possiamo ancora vedere
In altro oltre all’occhio
che tutto vede di questa realtà

Le linee che impariamo a temere
Sogna al sicuro nella distanza
Lentamente diventiamo
la nuova specie del domani
L’umanità vive o muore
per via dei suoi illimitati sogni

Una volta in futuro,
Rimproveremo la nostra evoluzione
Per la mancanza di luce
molto lontana nel sole
Mentre cerchiamo di sorgere
su ali brucianti da noi create

Fai un respiro, failo…
Un respiro lontano, il futuro, oggi

Fai un respiro, un respiro…
Scivola via dal sogno, sei sveglio

Fai un respiro
Un ultimo respiro,
Profetizzare, maiali fantascientifici che volano

Fai un respiro,
Un ultimo respiro,
Non lontano,
Preordina il tuo futuro oggi

* traduzione inviata da Andrea Cagnola

Tags: - 538 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .