Tattered banners and bloody flags – Amon Amarth

Tattered banners and bloody flags (Stendardi stracciati e bandiere insanguinate) è la traccia numero sei del settimo album degli Amon Amarth, Twilight of the Thunder God, pubblicato il 17 settembre del 2008.

Formazione degli Amon Amarth (2008)

  • Johan Hegg – voce
  • Olavi Mikkonen – chitarra
  • Johan Soderberg – chitarra
  • Ted Lundström – basso
  • Frederik Andersson – batteria

Traduzione Tattered banners and bloody flags – Amon Amarth

Testo tradotto di Tattered banners and bloody flags degli Amon Amarth [Metal Blade]

Tattered banners and bloody flags

There comes Lopt, the treacherous
Lusting for revenge
He leads the legions of the dead
Towards the Aesir’s realm

They march in full battle dress
With faces grim and pale
Tattered banners and bloody flags
Rusty spears and blades

Cries ring out, loud and harsh
From cracked and broken horns
Long forgotten battle cries
In strange and foreign tongues

Spear and sword clash rhythmically
Against the broken shields they beat
They bring their hate and anarchy
Onto Vigrid’s battlefield

There comes Lopt, the treacherous
He stands against the gods
His army grim and ravenous
Lusting for their blood

Nowhere is longer safe
The earth moves under our feet
The great world tree Yggorasil
Trembles to its roots

Sons of muspel gird the field
Behind them Midgaard burns
Hrym’s horde march from Nifelheim
And the Fenris wolf returns

Heimdal grips the Giallarhorn
He sounds that dreaded note
Oden rides to quest the Norns
But their web is torn
The Aesir rides out to war
With armor shining bright
Followed by the Einherjer
See valkyries ride

Nowhere is longer safe
The earth moves under our feet
The great world tree Yggorasil
Trembles to its roots

Sons of muspel gird the field
Behind them Midgaard burns
Hrym’s horde march from Nifelheim
And the Fenris wolf returns

Stendardi stracciati e bandiere insanguinate

Ecco arrivare Lopt, il traditore
Bramoso di vendetta
Guida le legioni dei morti
Verso il regno di Aesir

Marciano vestiti da battaglia
Con volti cupi e pallidi
Stendardi stracciati e bandiere insanguinate
Lance arrugginite e lame

Le grida risuonano, forti e duri
Dai corni crepati e spezzati
Le grida di lontante battaglia dimenticate
In lingue curiose e straniere

Lancia e spada si scontrano ritmicamente
Contro lo scudo rotto picchiano
Portano il loro odio e l’anarchia
Sul campo di battaglia di Vigrid

Ecco arrivare Lopt, il traditore
Sta davanti agli dei
Il suo esercito cupo e famelico
Brama il loro sangue

Nessun posto è più sicuro
La terra si muove sotto i nostri piedi
Yggdrasil il grande albero del mondo
Trema alle sue radici

Figli di Muspel cingete il campo
Dietro loro Midgård brucia
L’orda di Hrym marcia da Nifelheim
E il lupo Fenris ritorna

Heimdal afferra il Giallarhorn
Suona quella nota di terrore
Oden cavalca alla ricerca delle Norne
Ma la loro tela è lacerata
Gli Aesir superano bene la guerra
Con l’armatura che splende radiosa
Seguiti dal Einherjer
Vedi le Valchirie cavalcare

Nessun posto è più sicuro
La terra si muove sotto i nostri piedi
Yggdrasil il grande albero del mondo
Trema alle sue radici

Figli di Muspel cingete il campo
Dietro loro Midgård brucia
L’orda di Hrym marcia da Nifelheim
E il lupo Fenris ritorna

Tags:, - 463 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .