Teacher’s pet – Venom

Teacher’s pet (Il cucciolo della professoressa) è la traccia numero cinque del secondo album dei Venom, Black Metal pubblicato il primo novembre del 1982.

Formazione Venom (1982)

  • Conrad “Cronos” Lant – voce, basso
  • Jeffrey “Mantas” Dunn – chitarra
  • Tony “Abaddon” Bray – batteria

Traduzione Teacher’s pet – Venom

Testo tradotto di Teacher’s pet (Bray, Dunn, Lant) dei Venom [Neat Records]

Teacher’s pet

Teacher caught me masturbating
underneath the desk
she looked at me and winked her eye
said “see you after class”
I heard the school bell ring
that told me that the day was done
she called me back and locked
the door my lessons just begun

Teachers pet
Teachers wet

Sitting down she crossed her
legs her skirt crept up her thigh
feeling something start to rise
my thought began to fly
You’ve been a naughty boy she said
now that you can’t conceal
I’ll have to punish you
the best way that I feel

Teachers pet
Teachers wet

She took my hand and gently placed it
in between her thighs
with open legs
and heavy breath
she slowly closed her eyes
Her flesh was aching
and her hands began to stray
one thing that I know for sure
I won’t forget today

Teachers pet
Teachers wet

Pulled me down forwards her mound
teacher tasted sweet
sixty-nine – I don’t mean lines
this was teachers treat
Played hide and seek with teachers mouth
her lips were warm and wet
Now today I’ve had my way
and teacher won’t forget

Teachers pet
Teachers wet

Il cucciolo della professoressa

La prof mi ha beccato mentre mi masturbavo
sotto il banco
Mi ha guardato e mi ha fatto l’occhiolino
Ha detto “Ci vediamo dopo la lezione”
Ho sentito la campanella che mi ha detto
che il giorno era finito
Lei mi ha chiamato e ha chiuso la porta
La mia lezione era appena iniziata

Il cucciolo della professoressa
La professoressa è bagnata

Lei si è seduta e ha accavallato le gambe
La sua gonna è salita sulle sue cosce
Ho sentito qualcosa che iniziava ad alzarsi
I miei pensieri hanno iniziato a volare
Lei ha detto “sei stato un ragazzino cattivo”
“Adesso non puoi nasconderti
Dovrò punirti
meglio di così non potrei sentirmi

Il cucciolo della professoressa
La professoressa è bagnata

Mi ha preso la mano e l’ha messa gentilmente
In mezzo alle sue cosce
Aveva le gambe aperte
e respirava pesantemente
Ha chiuso lentamente gli occhi
La sua carne faceva male
e le sue mani hanno iniziato a tremare
Una cosa che so per certa
E che non mi dimenticherò mai questa giornata

Il cucciolo della professoressa
La professoressa è bagnata

Mi ha fatto abbassare sulla sua fichetta
La prof era dolce
Sessantanove – non intendo voti –
Questo era il trattamento della prof
Ho giocato a nascondino con la bocca della prof
Le sue labbra erano calde e bagnate
Oggi ho fatto come volevo
E la prof non se lo dimenticherà

Il cucciolo della professoressa
La professoressa è bagnata

Tags: - 286 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .