The Alchemist – Ten

The Alchemist (L’Alchimista) è la traccia numero otto del quarto album in studio dei Ten, Spellbound pubblicato nel 1999.

Formazione Ten (1999)

  • Gary Hughes – voce
  • Vinny Burns – chitarra
  • John Halliwell – chitarra
  • Steve McKenna – basso
  • Greg Morgan – batteria
  • Ged Rylands – tastiere

Traduzione The Alchemist – Ten

Testo tradotto di The Alchemist (Hughes) dei Ten [Frontiers]

The Alchemist

Like a satellite breaking
orbit to the sun
So another day is over and
the light has just begun
For in his timeless eyes
there is so much to be done
When the past is just a memory
and the future’s yet to come

His castle on the mountain shades
the land below
And no one dares to doubt him
For not so long ago…

The alchemist looked down from towers
above this town
He summoned forth the lighting,
brought it crashing to the ground
The power in his hands cast
shadow on this land
Earth, water, fire and air succumb
and bow to his command
Old Malachi stands the last in line
The secrets with him die
He lives his life protecting
what he can
An honest man

He shines a brighter light
than you’ve ever
known before
He protected us for centuries
Delivered us from war
Because of Malachi there’s
a haven from the storm
There’s a place we can discover
what the future has in store

But such fear surrounds the fortress
That no one ever goes
For there you’ll find the sorcerer
the centuries have known

The alchemist looked down from towers
above this town
He summoned forth the lighting,
brought it crashing to the ground
The power in his hands cast
shadow on this land
Earth, water, fire and air succumb
and bow to his command
Old Malachi stands the last in line
The secrets with him die
He lives his life protecting
what he can
An honest man

His castle on the mountain shades
the land below
And no-one dares to doubt him
For not so long ago

The alchemist looked down
from towers above this town
He summoned forth the lighting,
brought it crashing to the ground
The power in his hands cast
shadow on this land
Earth, water, fire and air
succumb and bow to his command
Old Malachi stands the last in line
The secrets with him die
He lives his life protecting
what he can…

The alchemist looked down
from towers above this town
He summoned forth the lighting,
brought it crashing to the ground
The power in his hands cast
shadow on this land
Earth, water, fire and air
succumb and bow to his command
Old Malachi stands the last in line
The secrets with him die
He lives his life protecting
what he can
An honest man
An honest man…

L’Alchimista

Come un pianeta satellite
che infrange l’orbita fluttuando verso il sole
Così passa un altro giorno e
l’albore ha appena fatto capolino
Poichè in quelle sempiterne pupille
c’è molto con cui estasiarsi
Quando il passato è solo un ricordo
e il futuro deve ancora affacciarsi alla porta

La sua rocca sul monte ombreggia
la brughiera sottostante
E nessuno osa dubitare di lui
Perchè non molto tempo fa…

L’alchimista porse lo sguardo dalle torri
nell’acropoli di quest’urbe
Esso convocò dinnanzi la saetta,
la strinse mentre precipitava al suolo
La potenza nei suoi palmi gettano
un’ombra in questa piana
Terra, acqua, fuoco ed’aria desistono
e si inchinano al suo cospetto
Malachi l’Antico si erge ultimo della fila
I segreti arcani con lui moriranno
Lui trascorre la sua vita preservando
ciò in cui ha potere
Un uomo probo

Risplende di una luce più sfavillante
di quanto voi non abbiate
mai serbato prima ricordo
Ci protegge nel corso dei secoli
Ci libera dalla contesa
Perchè c’è un empireo di Malachi
lontano dalla bufera
Esiste un luogo ove noi abbiamo la facoltà
di svelare cosa ha in serbo il futuro

Ma come lo sgomento assedia la fortezza
Ove nessuno mai vi aveva posto piede
Perciò ivi troverete lo stregone
che i secoli hanno conosciuto

L’alchimista porse lo sguardo dalle torri
nell’acropoli di quest’urbe
Esso convocò dinnanzi la saetta,
la strinse mentre precipitava al suolo
La potenza nei suoi palmi gettano
un’ombra in questa piana
Terra, acqua, fuoco ed’aria desistono
e si inchinano al suo cospetto
Malachi l’Antico si erge ultimo della fila
I segreti arcani con lui moriranno
Lui trascorre la sua vita preservando
ciò in cui ha potere
Un uomo probo

La sua rocca sul monte ombreggia
la brughiera sottostante
E nessuno osa dubitare di lui
Perchè non molto tempo fa…

L’alchimista porse lo sguardo
dalle torri nell’acropoli di quest’urbe
Esso convocò dinnanzi la saetta,
la strinse mentre precipitava al suolo
La potenza nei suoi palmi gettano
un’ombra in questa piana
Terra, acqua, fuoco ed’aria
desistono e si inchinano al suo cospetto
Malachi l’Antico si erge ultimo della fila
I segreti arcani con lui moriranno
Lui trascorre la sua vita preservando
ciò in cui ha potere…

L’alchimista porse lo sguardo
dalle torri nell’acropoli di quest’urbe
Esso convocò dinnanzi la saetta,
la strinse mentre precipitava al suolo
La potenza nei suoi palmi gettano
un’ombra in questa piana
Terra, acqua, fuoco e d’aria
desistono e si inchinano al suo cospetto
Malachi l’Antico si erge ultimo della fila
I segreti arcani con lui moriranno
Lui trascorre la sua vita preservando
ciò in cui ha potere
Un uomo probo
Un uomo probo…

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags: - 62 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .