The asylum – Edguy

The asylum (Il manicomio) è la traccia numero sei del settimo album degli Edguy, Rocket Ride, pubblicato il 20 gennaio del 2006.

Formazione Edguy (2006)

  • Tobias Sammet – voce, tastiera
  • Jens Ludwig – chitarra
  • Dirk Sauer – chitarra
  • Tobias Exxel – basso
  • Felix Bohnke – batteria

Traduzione The asylum – Edguy

Testo tradotto di The asylum (Sammet) degli Edguy [Nuclear Blast]

The asylum

Lying in the still of the night
A yearning for shelter
Silence kissing your wounds,
soothing your pain
Darkness, and what do they know
‘Bout losing direction,
clutching a straw
Cherish the hope to make
it finally home

You long to be see-through,
so nobody can tell
Whenever they make
you bleed your pride away

Now you’re driven by
one track mind,
initiating you
Splendid flowers,
blossom from the wounds
The strong of the poison,
sweetest as the bloom

Don’t you try to stand your ground
‘Cause you’re only coming home

Through the heart of fire
You’re home, found the asylum
In a world with a broken dance,
on shards of glass
I see fire, ruins and fire, and fire
In world with a broken dance,
with shattered dreams

It’s burning inside you,
it’s emotional hell
And you keep on smiling,
upon the icy tides
A stream of fire, to sweep the fears away
Seems like forever,
too long you’ve had to wait
Locked in darkness,
for wicked harmony

Little angel thrown away,
she’ll be back another day

Through the heart of fire
You’re home, found the asylum
In a world with a broken dance,
on shards of glass
I see fire, ruins and fire, and fire
In world with a broken dance,
with shattered dreams

Now see the coma children,
I see them off the beaten track
Embracing and crying
Come seek humiliation,
now let them dance
Liberation cruelty free,
that’s the one, the kettle’s (something)

Boogeyman was sought and found
Boogeyman has found a home

In the heart of fire,
he’s found the asylum
In world with a broken dance,
on shards of glass

Fire, ruins and fire, and fire
In world with a broken dance,
with shattered dreams

Heart of fire,
you’re home, found the asylum
In world with a broken dance,
on shards of glass
I see fire, ruins and fire, and fire
In world with a broken dance,
with shattered dreams

Il manicomio

Stai piangendo nel mezzo della notte
Desideri un riparo
Il silenzio bacia le tue ferite
E allevia il tuo dolore
L’oscurità, e ciò che sanno
Ti hanno fatto perdere la strada,
hai preso il bastoncino sbagliato
E adesso hai solo una speranza
di poter ritornare a casa…

Vorresti poter leggere i pensieri degli altri
Così nessuno saprebbe mai niente
Ogni volta che vengono da te
Tu esterni tutto il tuo orgoglio

Adesso stai vendo guidato
da una mente unidimensionale
Che ti sta facendo vivere meglio
e degli spendidi fiori
Sbocciano dalle ferite
Ma più forte è il veleno
Più dolce è il loro profumo

Non provare a tenere duro
Perché presto tornerai a casa

Nel cuore del fuoco
Ti senti a casa, hai trovato il manicomio
In un mondo dove i tristi ballano
Su frammenti di vetro
Vedo il fuoco, rovine e fuoco e ancora fuoco
In un mondo dove ballano i tristi
E dove i loro sogni si infrangono

Quest’inferno emozionale
sta bruciando dentro di te
E tu continui a sorridere
quando vedi il tuo riflesso nel ghiaccio
Una fiammata si porterà via tutte le tue paure
E allora sarà per sempre
Hai dovuto aspettare troppo a lungo
Hai dovuto tuffarti nell’oscurità
per ottenere una malvagia armonia

Il piccolo angelo se n’è andato
Ma di sicuro ritornerà un altro giorno

Nel cuore del fuoco
Ti senti a casa hai trovato il manicomio
In un mondo dove i tristi ballano
Su frammenti di vetro
Vedo il fuoco, rovine e fuoco e ancora fuoco
In un mondo dove ballano i tristi
E dove i loro sogni si infrangono

Adesso vedi i bambini isolati
E io li vedo che vagano fuori dal sentiero
Si abbracciano e piangono
Congelano e muoiono è un’umiliazione
Ma adesso lasciali ballare
Verranno liberati dalla crudeltà
Ballerano verso la forca

L’uomo nero è stato trovato
L’uomo nero ha trovato una casa

Nel cuore del fuoco
Ha trovato il manicomio
In un mondo dove i tristi ballano
Su frammenti di vetro

Vedo il fuoco, rovine e fuoco e ancora fuoco
In un mondo dove ballano i tristi
E dove i loro sogni si infrangono

Nel cuore del fuoco
Ti senti a casa, hai trovato il manicomio
In un mondo dove i tristi ballano
Su frammenti di vetro
Vedo il fuoco, rovine e fuoco e ancora fuoco
In un mondo dove ballano i tristi
E dove i loro sogni si infrangono

Tags: - 242 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .