The dark kiss of my angel – Macbeth

The dark kiss of my angel (L’oscuro bacio del mio angelo) è la traccia numero tre del primo album dei Macbeth, Romantic Tragedy’s Crescendo, uscito il 5 ottobre del 1998.

Formazione Macbeth (1998)

  • Vittorio – voce
  • Cristina – voce
  • Alex – chitarra
  • Luca – chitarra
  • Fabio – basso
  • Fabrizio – batteria
  • Andrea – tastiere

Traduzione The dark kiss of my angel – Macbeth

Testo tradotto di The dark kiss of my angel (Vittorio, Alex, Fabrizio, Andrea) dei Macbeth [Dragonheart]

The dark kiss of my angel

Cry with my in this gloomy silence
and take me in your arms.
Let your fingers caress
my marbled skin
and your face follow
my last breath.

The shadow of sin
has obscured my soul,
deep icy waters touch
my body like needles.
My eyes will see
the darkness of damnation
where memories of me
will sink and be forget.

The warmth of mortals
does not dwell here,
in this body frozen
by the kiss of death.
Immaculate blood-stained lilies
lie on the grave of innocence.

And now you can
feel my soul tremble
and a long sweet shiver
run down my skin.
You’ll hold my hands in yours
and I’ll follow you
in this mysterious voyage.

Lonelines, beyond the gates
of the unknown,
penetrates my bloodied depths.
Purity has died with me
and your tears will wash
the sinful blood away,
while you’ll be listening to
the eternal cry
of the brambles around
my desolate tombstone.

L’oscuro bacio del mio angelo

Piangi con me in questo cupo silenzio
e prendimi fra le tue braccia.
Lascia che le tue dita accarezzino
la mia pelle di marmo
e il tuo viso segua
Il mio ultimo respiro.

L’ombra del peccato
ha oscurato la mia anima
profonde gelate acque toccano
il mio corpo come aghi.
I miei occhi vedranno
il buio della dannazione
dove i ricordi di me
affonderanno e saranno dimenticati.

Il calore dei mortali
non dimora qui
in questo corpo congelato
dal bacio della morte.
Gigli immacolati macchiati di sangue
giacciono sulla tomba dell’innocenza.

E ora puoi
sentire la mia anima tremare
e un lungo dolce brivido
corre lungo la mia pelle.
Stringerai le mie mani nelle tue
e io ti seguirò
in questo viaggio misterioso.

Solitudine, oltre i cancelli
dello sconosciuto
penetra le mie insanguinate profondità.
La purezza è morta con me
e le tue lacrime laveranno via
il peccaminoso sangue
mentre starai ascoltando
l’eterno pianto
Dei rovi intorno
Alla mia desolata lapide

Tags: - 157 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .