The leper affinity – Opeth

The leper affinity (L’affinità di lebbroso) è la traccia che apre il quinto album degli Opeth, Blackwater Park, pubblicato il 27 febbraio del 2001.

Formazione Opeth (2001)

  • Mikael Åkerfeldt – voce, chitarra
  • Peter Lindgren – chitarra
  • Martin Mendez – basso
  • Martin Lopez – batteria

Traduzione The leper affinity – Opeth

Testo tradotto di The leper affinity (Åkerfeldt) degli Opeth [Music For Nations]

The leper affinity

We entered Winter once again
Naked, freezing from my breath
Beneath the lid all limbs tucked away
This coffin is your abode from now
and onwards
Your body is mine to avail
Such a tragic sight you are
Slave under my creed
Spurring me with those tears

I am beyond death
Midst a dreaming affinity
Saving strength now, faint whispers
Come erotic communion
in its splendour

Fever mirrored ghosts
Night time consolation, cross the line
Draw murder into art
Sleep inside through days

In the wake of this relief
Shivering, longing for more

Insanity at it’s peak
Love me to my death

Lost are days of Spring
You sighted and let me in
Keep the beast inside
Shackled within my hide
Screaming out too late
Losing to my hate
Grew together with your skin
And paced the trails of sin

Your gaze covered with virgin snow
Rigid features
It’s the shallow deeds who is to blame
Deafening shrieks pierced the night

A step from oblivion
Moving into the dim lights
Hiding within a reverie
It was worth it
for the wait alone.

L’affinità di lebbroso

Entrammo di nuovo nell’ inverno
Nudo, congelato dal mio respiro
Sotto al coperchio le membra sono riposte
Questa bara è la tua dimora
D’ora in avanti
Il tuo corpo mi appartiene per servirmi
Sei una così tragica vista
Schiavo del mio credo
Incitami con quelle lacrime

Sono oltre la morte
Posto tra un’affinità di sogno
Conservando la forza adesso, deboli sussurri
Viene questa erotica comunione
nel suo splendore

Fantasmi riflessi nella febbre
Consolazione notturna, attraversa la linea
Disegna l’assassinio nell’arte
Dorme dentro attraverso i giorni

Nel risveglio di questo conforto
Tremando, desiderando di più

Insanità al suo massimo picco
Amami fino alla mia morte

Perduti sono i giorni di primavera
Tu hai sospirato lasciandomi entrare
Tieni la bestia dentro
Incatenata nel mio nascondiglio
Urlando troppo tardi
Abbandonandoti al mio odio
Cresciuto insieme con la tua pelle
E percorso i sentieri del peccato

Il tuo sguardo coperto di neve vergine
Caratteristiche rigide
Sono le vane azioni da biasimare
Urla assordanti perforarono la notte

Un passo dall’oblio
Movendosi dentro le luci offuscate
Nascondendosi in una fantasticheria
Ne era valsa la pena
per questa attesa in solitudine.

Tags: - 763 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .