The mirror – Dream Theater

The mirror (Lo specchio) è la traccia numero sette del terzo album dei Dream Theater, Awake, pubblicato il 4 ottobre del 1994.

Formazione Dream Theater (1994)

  • James LaBrie – voce
  • John Petrucci – chitarra
  • John Myung – basso
  • Mike Portnoy – batteria
  • Kevin Moore – tastiera

Traduzione The mirror – Dream Theater

Testo tradotto di The mirror (Portnoy) dei Dream Theater [East West]

The mirror

Temptation,
Why won’t you leave me alone?
Lurking every corner, everywhere I go

Self control,
Don’t turn your back on me now
When I need you the most

Constant pressure tests my will
My will or my won’t
My self control escapes from me still…

Hypocrite,
How could you be so cruel
and expect my faith in return?

Resistance,
Is not as hard as it seems
When you close the door

I spent so long trusting in you
I trust, you forgot
Just when I thought I believed in you…

“What’re you doing?
What’re you doing?”

It’s time for me to deal
Becoming all too real
living in fear,
Why did you lie and pretend?
This has come to an end
I’ll never trust you again
It’s time you made your amends
Look in the mirror my friend

“That I haven’t behaved
as I should”
“Everything you need is around you.
The only danger is inside you.”
“I thought you could control life,
but it’s not like that. There are
things you can’t control.”

Let’s stare the problem right in the eye
It’s plagued me from coast to coast
Racing the clock to please everyone
All but the one who matters the most

Reflections of reality
are slowly coming into view
How in the hell could you possibly forgive me?
After all the hell I put you through

It’s time for me to deal
Becoming all too real
living in fear,
Why’d I betray my friend?
Lying until the end
Living life so pretend
It’s time to make my amends
I’ll never hurt you again

Lo specchio

Tentazione,
Perchè non mi lascerai mai solo?
Appostata ad ogni angolo, ovunque io vada

Autocontrollo,
Non girarmi le spalle proprio ora
Quando ho tantissimo bisogno di te

Una costante pressione spossa la mia volontà
Il mio sarà o non sarà
Il mio autocontrollo mi fugge ancora…

Ipocrita,
Come puoi essere così crudele
e aspettarti poi in cambio la mia fedeltà?

Resistenza,
Non è così arduo come pare
quando tu chiudo la porta

Ho speso un sacco di tempo a credere in te
Io mi fido, tu hai dimenticato
Proprio quando ho pensato di credere in te…

“Cosa stai facendo?
Cosa stai facendo?”

È il momento per me di mettermi in gioco
Sta diventando troppo tangibile
Vivendo nel terrore,
Perchè menti e fingi?
Questo deve giungere al termine
Non ti darò più credito
è il momento per te in cui devi rimediare
Guarda nello specchio amico mio

“Così non mi sono comportato
come avrei dovuto”
“Tutto ciò che ti serve è intorno a te.
L’unica minaccia risiede dentro di te.”
Io pensai che avresti controllato la tua vita,
ma non è come quello.
Ci sono cose che non puoi controllare.”

Fissa il problema dritto negli occhi
Mi ha tormentato da costa a costa
Sfidando il tempo per accontentare tutti,
tranne chi contava di più

Riflesso della realtà
Lentamente si insinua nella vista
Come diamine puoi forse dimenticarmi?
Dopo tutti i guai che ti ho fatto passare

È il momento per me di mettermi in gioco
Sta diventando troppo tangibile
Vivendo nel terrore,
Perchè farei meglio a tradire il mio amico?
Mentire fino alla fine
Vivere una vita così falsa
è il momento per ripagarmi
Non ti spezzerò mai più il cuore

* traduzione inviata da Stefano Quizz / grazie a Davide per le correzioni

Tags: - 2.413 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .