The power of one – Sonata Arctica

The power of one (Il potere di uno) è la tredicesima e ultima traccia del secondo album dei Sonata Arctica, Silence, pubblicato il 21 giugno del 2001.

Formazione Sonata Arctica (2001)

  • Tony Kakko – voce
  • Jani Liimatainen – chitarra
  • Marko Paasikoski – basso
  • Tommy Portimo – batteria
  • Mikko Härkin – tastiera

Traduzione The power of one – Sonata Arctica

Testo tradotto di The power of one (Kakko) dei Sonata Arctica [Century]

The power of one

My father’s land,
My mother’s tongue
Misleading me,
So shamelessly
For many years,
I misbelieved
The hatred is the path for me.

Father I have killed many angels,
I think.
I will now walk to the sea.
I hope I will someday forgive me
Please moor
My empty boat on a pier

I can blame for the blue blood
that runs in my veins.
But I seem to forget
that we are all the same.

In your own blaze of hate
you’ve spawn a fear in many lives
You’ve taken action thinking
it was all said on the signs.
You cannot heal the feeling
burning deep inside your spine
You now collapse, cave in revealing
scabby marks of life

Mother I’ve seen too much,
I hate to live my life.
Forgot every word you told me,
stubborn little child, (angel of your life)
I have to find my Eden now,
the gates I left behind.
But the pain will remain.
No power to gain.

Now I have time to dwell on,
self-awareness, dreadful crime.
I saw colors too bright,
not knowing that I was blind.
I slayed a man who took
a chance and drank the forbidden wine.
The map I draw reveals
that I have been complete,
machine, in team.

Father I’ve seen too much,
I hate to live my life.
Forgot every word you told me,
stubborn little child, (angel of your life)
I have to find my Eden now,
the gates I left behind.
The pain will remain.
No power to gain.

Mother where’s your son.
When has this begun’
Who has been the fool

No one was born to be a servant or a slave.
Who can tell me the color of the rain
In the world that we live in,
the things said and done
They can well overrun
The power of one.

No one was born to be a servant or a slave.
Who can tell me the color of the rain
In the world that we live in,
the things said and done
They can well overrun
The power of one.

To leave and let die
To give hope and take life
Is that what you’re here for

To think you are right
To make sure it won’t fly
Is a making of a hate crime

In the homes of the brave,
In the homes of the land slaves,
We are all the same

I need to believe.
There’s more than the eye can see
All colors of rainbow.

No one was born to be a slave
Seek the past and place the blame
Tell me the color of the rain
No one was born to be a master

In the land we live, we die
Praise the oneness, praise the lie
To bind a web around the faker
We will need a true
Rainmaker

“Children of Abel, Children of Cain
Can live in harmony, without shame
The keys that I grant thee, The Sacred Land
Are dry desert sand
on the palm of your hand
Without the water, the wisdom of past
Will run through your fingers,
forgotten so fast
Thus now when I leave you,
I’m truly blind
This blindness, this blessing,
the hope of mankind…”

Il potere di uno

La terra di mio padre
La lingua di mia madre
Mi svia
In modo così sfrontato
Per molti anni
Ho sbagliato a credere
Che l’odio fosse il sentiero per me

Padre, ho ucciso molti angeli,
penso
Ora andrò al mare.
Spero un giorno tu mi perdonerai
Per favore, ormeggia
La mia barca vuota sul molo

Non posso rimproverarmi per il sangue blu
che scorre nelle mie vene
Ma mi sembra di dimenticare
che siamo tutti uguali

Nella tua fiamma d’odio
tu hai generato una paura in molte vite
Hai agito pensando
che fosse tutto detto sui segni
Non puoi guarire il sentimento
che brucia nel profondo del tuo midollo
Ora collassi, crolli nel rivelare
rognose tracce di vita

Madre, ho visto troppo,
odio vivere la mia vita
Ho dimenticato ogni parola che mi hai detto,
piccolo bambino ribelle (angelo della tua vita)
Devo trovare il mio Eden adesso,
i cancelli che ho lasciato indietro
Ma il dolore rimarrà
Nessuna forza da guadagnare

Ora ho tempo per indugiare,
autoconsapevolezza, sul terribile delitto
Ho visto colori tanto brillanti,
senza sapere che ero cieco
Ho ucciso un uomo che prese
dei rischi e bevve il vino proibito
La mappa che disegno
rivela che sono stato completo,
macchina, nella squadra

Padre, ho visto troppo,
odio vivere la mia vita
Ho dimenticato ogni parola che mi hai detto,
piccolo bambino ribelle (angelo della tua vita)
Devo trovare il mio Eden adesso,
i cancelli che ho lasciato indietro
Ma il dolore rimarrà
Nessuna forza da guadagnare

Madre dov’era tuo figlio
Quando questo è cominciato?
Chi è stato il folle?

Nessuno è nato per essere servo o schiavo
Chi può dirmi il colore della pioggia
Nel mondo in cui viviamo,
le cose sono dette e fatte
Loro possono ben superare
La forza di uno

Nessuno è nato per essere servo o schiavo
Chi può dirmi il colore della pioggia
Nel mondo in cui viviamo,
le cose sono dette e fatte
Loro possono ben superare
La forza di uno

Per lasciare e lasciare morire
Per dare speranza e prendere vita
È per questo che tu sei qui?

Per pensare che hai ragione
Per essere sicuro che non volerà
È lo sviluppo di un delitto d’odio

Nelle case dei coraggiosi,
Nelle case della terra degli schiavi
Siamo tutti uguali

Ho bisogno di credere
Che ci sia più dell’occhio che può vedere
Tutti i colori dell’arcobaleno

Nessuno è nato per essere schiavo
Cerca nel passato e trova un posto alla colpa
Dimmi il colore della pioggia
Nessuno è nato per essere signore

Nella terra in cui viviamo, noi moriamo
Loda l’unità  , loda la bugia
Per legare una rete attorno al mentitore
Noi avremo bisogno di un vero
portatore di pioggia

“Figli di Abele, Figli di Caino
Possiamo vivere in armonia, senza vergogna
La chiavi che vi accordo, la Terra Consacrata
Sono sabbia dell’asciutto deserto
sulla vostra mano
Senza acqua, la saggezza del passato
Correrà  attraverso le vostre dita,
dimenticata così in fretta
Perchè quando io vi lascio,
sono davvero cieco
Questa cecità, questa benedizione,
la speranza dell’umanità’…”

Tags: - 1.045 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .