The unforgiven II – Metallica

The unforgiven II (L’imperdonato II) è la traccia numero quattro ed il secondo singolo del settimo album dei Metallica, Reload, pubblicato il 18 novembre del 1997.

Formazione dei Metallica (1997)

  • James Hetfield – voce, chitarra
  • Kirk Hammett – chitarra
  • Jason Newsted – basso
  • Lars Ulrich – batteria

Traduzione The unforgiven II – Metallica

Testo tradotto di The unforgiven II (Hetfield, Ulrich, Hammett) dei Metallica [Elektra]

The unforgiven II

Lay beside me,
tell me what they’ve done
Speak the words I wanna hear,
to make my demons run
The door is locked now,
but it’s open if you’re true
If you can understand the me,
than I can understand the you

Lay beside me,
under wicked sky
The black of day,
dark of night, we share this paralyze
The door cracks open,
but there’s no sun shining through
Black heart scarring darker still,
but there’s no sun shining through
No, there’s no sun shining through
No, there’s no sun shining…

What I’ve felt, what I’ve known
Turn the pages, turn the stone
Behind the door, should I open it for you….

What I’ve felt, what I’ve known
Sick and tired, I stand alone
Could you be there,
’cause I’m the one who waits for you
Or are you unforgiven too?

Lay beside me,
this won’t hurt I swear
She loves me not,
she loves me still, but she’ll never love again
She lay beside me,
But she’ll be there when I’m gone
Black heart scarring darker still,
yes she’ll be there when I’m gone
Yes, she’ll be there when I’m gone
Dead sure she’ll be there…

What I’ve felt, what I’ve known
Turn the pages, turn the stone
Behind the door, should I open it for you….

What I’ve felt, what I’ve known
Sick and tired, I stand alone
Could you be there,
’cause I’m the one who waits for you
Or are you unforgiven too?

Lay beside me, tell me what I’ve done
The door is closed, so are you’re eyes
But now I see the sun, now I see the sun
Yes now I see it

What I’ve felt, what I’ve known
Turn the pages, turn the stone
Behind the door, should I open it for you….

What I’ve felt, what I’ve known
Sick and tired, I stand alone
Could you be there,
’cause I’m the one who waits,
The one who waits for you….

Oh what I’ve felt, what I’ve known
Turn the pages, turn the stone
Behind the door, should I open it for you….
(So I dub thee unforgiven….)

Oh, what I’ve felt….
Oh, what I’ve known….

I take this key (never free…)
And I bury it (never me…) in you
Because you’re unforgiven too….

Never free….
Never me….
‘Cause you’re unforgiven too….
Oh

L’imperdonato II

Stenditi vicino a me,
dimmi cosa hanno fatto
Dimmi le parole che voglio sentire
per far fuggire i miei demoni
Ora la porta è chiusa,
ma se sarai sincero si aprirà
Se tu puoi capire me,
io posso capire te

Stenditi vicino a me,
sotto un cielo malvagio
Il nero del giorno,
l’oscurità di notte, condividiamo questa paralisi
La porta schiantandosi si apre,
ma non ci arriva la luce del sole
I cuori neri hanno ancora paura della notte,
ma non arriva ancora la luce del sole
No, non entra la luce del sole…
No, non entra la luce del sole…

Quello che ho provato, quello che ho conosciuto
Gira le pagine, gira la pietra
Dietro la porta, dovrei aprirla per te?

Quello che ho provato, quello che ho conosciuto
Stanco morto, resto da solo
Potresti essere qui,
perché ti sto aspettando
O sei imperdonato anche tu?

Stenditi vicino a me,
questo no ferirà lo giuro
Lei non mi ama,
mi ama ancora, ma lei non amerà mai più
Si stende vicino a me,
ma ci sarà quando non ci sarò più
Un cuore nero ferito è ancora più scuro,
sì ci sarà quando non ci sarò più
Sì, ci sarà quando non ci sarò più
Ci sarà sicuramente…

Quello che ho provato, quello che ho conosciuto
Gira le pagine, gira la pietra
Dietro la porta, dovrei aprirla per te?

Quello che ho provato, quello che ho conosciuto
Stanco morto, resto da solo
Potresti essere qui,
perché ti sto aspettando
O sei imperdonato anche tu?

Stenditi vicino a me, dimmi cos’ho fatto
La porta è chiusa, così come i tuoi occhi
Ma adesso vedo il sole, adesso vedo il sole
Sì ora lo vedo

Quello che ho provato, quello che ho conosciuto
Gira le pagine, gira la pietra
Dietro la porta, dovrei aprirla per te?

Quello che ho provato, quello che ho conosciuto
Stanco morto, resto da solo
Potresti essere là,
perchè io sono quello che aspetta
Quello che ti aspetta…

Oh ciò cheho provato, quello che ho conosciuto
Gira le pagine, gira la pietra
Dietro la porta, dovrei aprirla per te?
(Così ti ho nominata l’imperdonato…)

Oh, quello che ho provato….
Oh, quello che ho conosciuto….

Prendo questo chiave (mai libero…)
E la seppellisco (mai me stesso…) in te
Perche sei imperdonato anche tu….

Mai libero….
Mai me stesso….
Perchè sei imperdonato pure tu….
Oh

Condividi
Tags: -  19.543 visite

Lascia un commento o segnala (e correggi ;) un errore

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .