These filthy hands – Mushroomhead

These filthy hands (Queste mani lerce) è la traccia numero tre del secondo album autoprodotto dei Mushroomhead, Superbuick, pubblicato il 13 settembre del 1996. Il brano è stato poi incluso come quarta traccia del loro primo album registrato in studio XX (il quarto totale).

Formazione Mushroomhead (1996)

  • J Mann – voce
  • Jeffrey Nothing – voce
  • Pig Benis – basso
  • J.J. Righteous – chitarre
  • Dinner – chitarre
  • Shmotz – tastiere
  • Skinny – batteria, percussioni
  • Bronson – samples, elettronica

Traduzione These filthy hands – Mushroomhead

Testo tradotto di These filthy hands dei Mushroomhead [Shroom co.]

These filthy hands

Haphazardly, tumbling hard
fall right down,
laugh out loud
all in the scheme of things,
we’re all looking up growing tall
it’s like pulling one hair
you are what you are to me
with wet fingers
in my eyes you’re a star
petroleum jelly
you’re something I’ll never be
and watch the rain dance
you’re something, I’m frightened of
I’ve got to get clean
the rain will cleanse me
and I’ve got to wash these filthy hands
because it’s all just a futile plan
that’d mean I’d have to
believe again
it’s like a career to breathe
an existence I can’t conceive
emotionless as in slug
in my imagined oblivion
it’s as much fun
as poking at a nerve
you would swear,
that I could,
walk and talk
no one wants to fail
but no one wants to work
but I doubt you will ever
vocabulary test
is graded on a curve
ever prove enough
smartest kid is stupid
word is never heard
i doubt you’ll ever prove it!
I’ve got to get clean
the rain will cleanse me
and I’ve got to wash these filthy hands
all these thoughts and feelings
are for naught unappealing
so you expect them
to dull and fade
still they remain
caught waiting for the rain
time devours life
with my soul as the defendant
don’t catch me if I fall
I may have jumped
you never know
you don’t know me at all

Queste mani lerce

A vanvera, rotolando duramente
Cadendo proprio giù,
Ridendo ad alta voce
Tutto nello schema delle cose,
Stiamo cercando di crescere di più
É come tirare un capello
Sei quel che sei, per me
Con le mani bagnate
Nei miei occhi, sei una stella
Gelatina di petrolio
Sei qualcosa che non diventerai mai
Guarda la pioggia danzare
Sei qualcosa, ne ho paura
Devo pulirmi
La pioggia mi purificherà
Devo lavarmi queste mani lerce
Perché è solo un futile piano
Che vuol dire che avrei dovuto
Credere ancora
É come una carriera da respirare
Un’esistenza che non riesco a concepire
Senza emozioni come una lumaca
Nel mio oblivio immaginario
É più divertente
Che toccare al nervo
Dovresti giurare,
Che potrei,
Camminare e parlare
Nessuno vuole fallire
Ma nessuno vuole lavorare
Ma dubito che lo farai
La prova del vocabolario
è classificata su una curva
Basta ogni prova
Il bambino più intelligente è il più stupido
La parola mai sentita
Dubito che lo proverai!
Devo pulirmi
La pioggia mi purificherà
Devo lavarmi queste mani lerce
Tutti questi pensieri e sensazioni
Sono per nulla sgradevoli
Allora te li aspetti
Per opacizzarli e farli svanire
Ma loro rimangono ancora
Presi nell’attesa della pioggia
Il tempo divora la vita
Con la mia anima mentre il convenuto
Non mi prenderà mentre cado
Potrei aver saltato
Non lo saprai mai
Non mi conosci del tutto

* traduzione inviata da El Dalla

Tags: - 56 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .