Tired and red – Sodom

Tired and red (Stanco e rosso) è la traccia numero due del terzo album dei Sodom, Agent Orange, pubblicato il primo giugno del 1989.

Formazione Sodom (1989)

  • Tom Angelripper – voce, basso
  • Frank Blackfire – chitarra
  • Chris Witchhunter – batteria

Traduzione Tired and red – Sodom

Testo tradotto di Tired and red (Witchhunter, Blackfire, Angelripper) dei Sodom [SPV]

Tired and red

See the gun high velocity
Levelled to my heart
Magazine filled with hollow points
Bullets invented to slaughter
They activate the trigger
I get fired to the wall
Pain is pungent stops my life
Hear the last bell toll

Tired and red
the ways I gonna die
Tired and red squirm,
to plead to dry
Tired and red confirm
by oath the death
Tired and red to my last breath

See the knife flash the sun
The knife that makes me run
Sharp and made of stainless steel
Not wholesome to feel
Stab me to the ground – Why?
Falling down to see the sky
My eyes are closed now day is night
Never wake to see the light

Tired and red
the ways I gonna die
Tired and red squirm,
to plead to dry
Tired and red confirm
by oath the death
Tired and red to my last breath

See the chair one thousand volts
Invite to sit down
With closed eyes and fettered limbs
Contacts decorate an iron crown
Overseer turns on the switch
Small sparks squirt out my head
High amperage my body shook
In the claws of death

Tired and red
the ways I gonna die
Tired and red squirm,
to plead to dry
Tired and red confirm
by oath the death
Tired and red to my last breath

Stanco e rosso

Vedi l’alta velocità dell’arma
Che rade al suolo il mio cuore
Una rivista riempita di argomenti insensati
Proiettili inventati da assassini
Attivano il grilletto
Vengo fucilato
Il dolore è pungente e ferma la mia vita
Sento l’ultimo rintocco della campana

Stanco e rosso,
è il modo in cui morirò
Contorcersi stanco e rosso,
per implorare, per essere prosciugati
Stanco e rosso, confermo
la mia promessa alla morte
Stanco e rosso fino al mio ultimo respiro

Vedo il coltello luccicare nel sole
Il coltello che mi fa correre
È affilato e fatto di acciaio senza una macchia
Non è sano sentirlo
Mi accoltelli a terra – Perchè?
Cado in basso per vedere il cielo
I miei occhi sono chiusi, adesso il giorno è la notte
Non mi sveglierò mai per vedere la luce

Stanco e rosso,
è il modo in cui morirò
Contorcersi stanco e rosso,
per implorare, per essere prosciugati
Stanco e rosso, comfermo
la mia promessa alla morte
Stanco e rosso fino al mio ultimo respiro

Vedo la sedia mille volte
Vengo invitato a sedermi
Con gli occhi chiusi e gli arti incatenati
I contatti decorano una corona di ferro
Il caposquadra accende l’interruttore
Delle piccole scintille schizzano dalla mia testa
Dell’alta elettricità che scuote il mio corpo
Nella presa della morte

Stanco e rosso,
è il modo in cui morirò
Contorcersi stanco e rosso,
per implorare, per essere prosciugati
Stanco e rosso, confermo
la mia promessa alla morte
Stanco e rosso fino al mio ultimo respiro

Tags: - 135 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .