Towards dead end – Children Of Bodom

Towards dead end (Verso un vicolo cieco) è la traccia numero cinque del secondo album dei Children Of Bodom, Hatebreeder, pubblicato il 26 aprile del 1999.

Formazione Children Of Bodom (1999)

  • Alexi Laiho – voce, chitarra
  • Alexander Kuoppala – chitarra
  • Henkka T. Blacksmith – basso
  • Jaska W. Raatikainen – batteria
  • Janne Wirman – tastiere

Traduzione Towards dead end – Children Of Bodom

Testo tradotto di Towards dead end (Laiho) dei Children Of Bodom [Spinefarm]

Towards dead end

No flickering light at the end of the path
Confront repressions of the past
Fear, prevail, insanity, obey
Draw back in silence to dwell in anxiety
No matter where I am, I’m alone
My dreams are shattered
into thousand running tears
The tears keep dripping down, down,
deep, down from my veins

I’m walking towards dead end
I’m walking all alone
Two steps behind insanity
There’s no starlight guiding my way
through this downward death row
Soon will be the time I have to go

Little by little the end is drawing near
Another night and so little blood to spare
(You can hurt me,
but you can’t possess me, you know)

Kill me, hurt me, fuck me,
rape me, you won’t have me

Draw back in silence to dwell in anxiety,
No matter where I am,
I’m alone. I’m crying outloud
the tears of blood I bleed,
so fuck the world,
I’ll go now, I don’t care. (Who cares?)

I’m walking towards dead end,
and I’m walking all alone
Two steps ago I past insanity
There’s no starlight guiding my way
out this downward death row
So now is the time I have to go

Verso un vicolo cieco

Nessuna luce tremolante alla fine del percorso
affronta le repressioni del passato
paura, prevalere, pazzia, obbedisci!
Arretro nel silenzio per vivere nell’ansia
non importa dove sono, sono solo
i miei sogni sono frantumati
in mille lacrime che cadono
le lacrime continuano a scendere giù, giù
in profondità, giù dalle mie vene

Sto camminando verso un vicolo cieco
Sto camminando completamente solo
Due passi dietro la follia
Non c’è la luce delle stelle a guidarmi
attraverso questo braccio della morte
Presto arriverà il momento in cui devo andare

A poco a poco la fine si avvicina
Un’altra notte e così poco sangue di scorta
(puoi ferirmi…
ma non puoi avermi, lo sai…)

Uccidimi, feriscimi, fottimi,
stuprami, non mi avrai!

Arretro in silenzio per vivere nell’ansia
non importa dove sono
Sono solo. Sto piangendo forte
le lacrime di sangue che vero,
quindi fanculo al mondo
ora andrò, non mi importa (A chi importa?)

Sto camminando verso un vicolo cieco
Sto camminando completamente solo
Due passi dietro la follia
Non c’è la luce delle stelle a guidarmi
fuori da questo braccio della morte
Quindi ora è il momento in cui devo andare

Tags: - 106 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .