Valhall awaits me – Amon Amarth

Valhall awaits me (Il Valhalla mi attende) è la traccia che apre il sesto album degli Amon Amarth, With Oden on Our Side, pubblicato il 22 settembre del 2006.

Formazione Amon Amarth (2006)

  • Johan Hegg – voce
  • Olavi Mikkonen – chitarra
  • Johan Söderberg – chitarra
  • Ted Lundström – basso
  • Fredrik Andersson – batteria

Traduzione Valhall awaits me – Amon Amarth

Testo tradotto di Valhall awaits me degli Amon Amarth [Metal Blade]

Valhall awaits me

Blood gushes from the wound
The cut is wide and deep
And before I turn around
He falls to his knees

A clear song rings in the blade
When steel meets hardened steel.
I hear the sound of wood that breaks,
A swords cuts through my shield.

I drop the shield and grab my axe,
A weapon in each fist.
The first blow makes the helmet crack,
The axe cut to the teeth.

I rip the axe from the head,
covered in blood and brains.
Leave the body lying dead,
Ready to strike again.

My sword cuts through clothes and skin,
Like a hot knife cuts through snow.
I smile as the bastard screams,
when I twist my sword.

Sword in my hand,
Axe on my side.
Valhall awaits me,
Soon I will die.
Bear skin on my back,
Wolf jaw on my head.
Valhall awaits me
when I’m dead.

I raise my axe above my head,
My eyes stare in furious rage.
Yet more blood will be shed,
This is a victorious day!

Blood gushes from the wound,
The cut is wide and deep.
As I turn around,
I fall to my knees.

Sword in my hand,
Axe on my side.
Valhall awaits me,
Soon I will die.
Bear skin on my back,
Wolf jaw on my head.
Valhall awaits me
when I’m dead.

Il Valhalla mi attende

Sgorga il sangue dalla ferita
Il taglio è largo e profondo
E prima che io possa voltarmi
Lui cade in ginocchio

Una nitida canzone rintocca sulla lama
Quando l’acciaio incontra l’acciaio temprato.
Sento il rumore di legno che si frantuma,
Una spada penetra attraverso il mio scudo.

Getto lo scudo e prendo la mia ascia,
Ho un’arma in ogni mano.
Il primo colpo distrugge l’elmo,
L’ascia penetra sino ai denti.

Estraggo l’ascia dalla testa,
piena di sangue e cervella.
Lascio lì a giacere il corpo morto,
Pronto a colpire di nuovo.

La mia spada passa attraverso vestiti e pelle,
Come un coltello rovente passa attraverso la neve.
Sorrido ai lamenti dei bastardi,
Quando ruoto la mia spada.

Spada nella mia mano,
Ascia al mio fianco.
Il Valhalla mi attende,
presto morirò.
Pelle d’orso sulla schiena,
Mandibola di lupo sulla testa.
Il Valhalla mi attende
Quando sarò morto.

Sollevo la spada sopra la testa,
I miei occhi osservano con ira furiosa.
Ancora molto sangue sarà versato,
Questo è un giorno vittorioso!

Sgorga il sangue dalla ferita,
Il taglio è largo e profondo.
Appena mi volto
Cado in ginocchio.

Spada nella mia mano,
Ascia al mio fianco.
Il Valhalla mi attende,
presto morirò.
Pelle d’orso sulla schiena,
Mandibola di lupo sulla testa.
Il Valhalla mi attende
Quando sarò morto.

Tags: - 1.015 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .