We don’t belong – Black Veil Brides

We don’t belong (Noi non apparteniamo) è la traccia numero sei del terzo album dei Black Veil Brides, Wretched and Divine: The Story of the Wild Ones, pubblicato l’8 gennaio del 2013.

Formazione Black Veil Brides (2013)

  • Andy Biersack – voce
  • Jake Pitts – chitarra
  • Jinxx – chitarra
  • Ashley Purdy – basso
  • Christian Coma – batteria

Traduzione We don’t belong – Black Veil Brides

Testo tradotto di We don’t belong (Biersack, Pitts, Purdy, Ferguson, Coma) dei Black Veil Brides [Universal]

We don’t belong

The gates of heaven were locked shut,
the pits of hell… they were all filled up
and I fear I don’t belong here

They might call me a “sinner”,
a walking flame
from a fire that burns
Disappear, you don’t belong here

The church of F.E.A.R.,
the church of failure,
the church of fools
So call me a nothing,
call me a something
Treat me cruel

We don’t belong here
We don’t belong
We don’t belong here
It’s the anthem of the underground,
so get back up when they push you down
We’re singing
We don’t belong here
We don’t belong

Can you hear the march of the rejects?
Line up the parade of the defects
Can I hear we
don’t belong here?

So rise from the darkness,
eyes of the dismissed
hearts of the used
Show me your worst,
Show me you’re cursed
Tell me the truth

We don’t belong here
We don’t belong
We don’t belong here
It’s the anthem of the underground,
so get back up when they push you down
We’re singing
We don’t belong here
We don’t belong

Noi non apparteniamo

I cancelli del paradiso erano sbarrati
I pozzi dell’inferno, erano tutti pieni
E temo di non appartenere a questo posto

Potrebbero chiamarmi un “peccatore”
Una fiamma che cammina
da un fuoco che arde
Sparisci, tu non apparteni a questo posto.

La chiesa della paura
La chiesa del fallimento
La chiesa degli stupidi
Quindi chiamami una nullità,
chiamami un qualcosa
Trattami crudelmente.

Noi non apparteniamo a questo posto,
non gli apparteniamo
Non apparteniamo a questo posto.
Questo è l’inno del sottosuolo
Quindi rialzati quando ti buttano giù
Stiamo cantando
Non apparteniamo a questo posto,
non gli apparteniamo

Riesci a sentire la marcia dei rifiutati
Allineare la sfilata dei difetti?
Posso sentire che
non apparteniamo a questo posto?

Quindi sorgete dall’oscurità
Occhi del rifiuto
Cuori dell’usato
Mostratemi il vostro peggio
Mostratemi che siete maledetti
Ditemi la verità.

Noi non apparteniamo a questo posto,
non gli apparteniamo
Non apparteniamo a questo posto.
Questo è l’inno del sottosuolo
Quindi rialzati quando ti buttano giù
Stiamo cantando
Non apparteniamo a questo posto,
non gli apparteniamo

Tags: - 120 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .